Autore:
Fabio Cormio

Cosa ricorda la XLR? E va bene, ecco l’aiutino: una Mercedes, sportiva e a due posti. Esatto, la SLK. Non è malignità, la nostra, ma è difficile non scorgere nelle linee della nuova Cadillac, in particolare nella fiancata, qualche tratto della cabrio-coupé di Stoccarda. Ma mettiamo da parte la malizia e atteniamoci ai dati: la XLR, presente al Salone Internazionale di Detroit 2001, prende le mosse dalla concept Evoq, che calcò lo stesso palcoscenico nel ’99.

Sfuggente ma tutto sommato piuttosto conservatrice nei tratti salienti del suo design, la nuova Caddy è una roadster di lusso, che incentra l’interesse su di sé anche perché sarà la prima GM a montare il nuovo motore V8 da 4,6 litri, abbinato, come da tradizione a stelle e strisce, ad un cambio automatico a cinque rapporti. I numeri di questo propulsore non sono ancora disponibili, ma è probabile che la potenza sia di circa 300 cavalli.

Prerogativa della XLR, che non è difficile immaginare sfilare a Malibu con a bordo qualche donzella americana ipervitaminizzata, è l’hard top retraibile elettricamente, prodotto in Germania (poi dite che siamo maligni…) dalla Car Top System GmbH. Per ora sono top secret anche i prezzi. Non riusciamo a trattenere una domanda: ma la faranno anche Kompressor?


TAGS: cadillac xlr