Autore:
Fabio Cormio

Per chi lo ricorda, la Cien somiglia un po’ alla macchina sognata da Homer Simpson in una puntata dell’omonimo cartone animato. E se Matt Groening, l’ideatore della serie, è acuto quanto si dice, allora c’è da giurare che gli americani sbaveranno per portarsi in garage la nuova Caddy.

Con un design tagliente, che non lascia spazio a rotondità e ricorda da vicino la linea della Cadillac che ha partecipato alla 24 Ore di Le Mans, la Cien dimostra di infischiarsene bellamente del giudizio estetico di noi Europei, e di voler essere un prodotto U.S.A. per gli automobilisti U.S.A.

E allora gratifichiamolo al massimo, il popolo d’Oltreoceano, e facciamogli vedere da un apposito finestrino il pauroso 7.500 V12 da 750 cavalli. Si tratta di un motore di nuova concezione, compatto (forse questo è un eufemismo…) come un V8 e, pare, eccezionalmente parco in fatto di consumi, dato che è equipaggiato con un sistema di spegnimento automatico quando si è fermi nel traffico, e con un dispositivo che, entro certi regimi, fa funzionare solo la metà dei pistoni.

Per favorire ulteriormente il rapporto peso-potenza, la Cien è vestita leggera, in fibra di carbonio per l’esattezza, materiale in cui è realizzato anche il telaio. Ad accrescere a dismisura la suggestione da bat-mobile, la Cadillac del centenario dispone anche di appositi spoiler che cambiano assetto in base alla velocità e di un tettuccio removibile tipo targa.


TAGS: cadillac cien