Autore:
Luca Cereda

RIPASSO DI STORIA Le chiamano Legend, quelli di Bugatti. E pazienza se, sotto il vestito, c’è sempre la stessa Veyron con il suo mastodontico W16 da 1200 cv: sono i dettagli a fare la differenza. Tutto è cominciato un mesetto fa a Pebble Beach, con la prima intitolata a Jean-Pierre Wimille. La seconda Legend ha appena sfilato in anteprima al Salone di Francoforte, è  ispirata alla Bugatti Type 57SC Atlantic e costa 2.280.000 euro (tasse escluse, ovviamente). Pane per i collezionisti: ne verranno realizzate solo tre.

METALLO PREZIOSO Gianroberto Carlo Rembrandt Ettore Bugatti, per gli amici (e gli afoni…) semplicemente “Jean”, il maggiore dei quattro figli di Ettore Bugatti, è il trait-d’union tra la Type 57SC Atlantic di ieri e questa Bugatti Grand Sport Vitesse "Jean Bugatti". Che non solo ne rievoca il nome, ma prende spunto nell’allestimento proprio dalla Type 57SC Atlantic progettata da Jean Bugatti nel lontano 1936. Dalla quale eredita il colore nero – non a caso l’originale era chiamata anche “Voiture Noire”- della carrozzeria in fibra di carbonio e dettagli come il pomello del cambio in legno rosa, anche se a renderla particolarmente preziosa sono altre, speciali personalizzazioni. Su tutte la cornice della mascherina e il logo posteriore in platino, senza dimenticare le sellerie dedicate con rivestimenti in pelle bicolore con grafiche che replicano la Type 57SC Atlantic.


TAGS: salone di francoforte 2013 Tutto sul Salone di Francoforte 2013