Autore:
Luca Cereda

FACCIAMOLA SEMPLICE BMW X1 xDrive25Le iPerformance: tra numeri e sigle c’è da farsi venire il mal di testa, ma in fondo il concetto è semplice. Siamo di fronte alla prima BMW X1 ibrida plug-in, che nasce sulla versione a passo lungo (278 cm) ed è, per ora, riservata esclusivamente al mercato cinese.

60 A ZERO Ed è da lì che arriva, la BMW X1 xDrive25Le iPerformance, che è prodotta a Shenyang da BMW Brilliance, società nata dalla joint-venture di BMW con il colosso cinese Brilliance. La ricetta? Un motore elettrico da 70 kW montato al posteriore, una batteria da 10,7 kWh di capacità e un 1.5 benzina da 132 cv a formare – con il cambio manuale o automatico a 6 rapporti - un sistema ibrido che ci regala la botte piena e la moglie ubriaca. Ovvero, una potenza di 228 cv, una coppia di sistema di ben 385 Nm e al tempo stesso percorrenze risparmiose, ove possibile sfruttare l’elettrico: il dato dichiarato è di 1,8 litri per 100 km, nei quali sono compresi i 60 km (dato massimo) percorribili a consumo zero di combustibile, grazie al motore elettrico e alla batteria (ricaricabile) che lo alimenta.

ALTRI NUMERI La BMW X1 xDrive25Le iPerformance accelera da 0 a 100 km/h in 7,4 secondi. Come le altre BMW ibride plug-in, vedi la 225xe, prevede diverse modalità di utilizzo del sistema ibrido. A partire da quella completamente automatizzata, in cui è sono i chip della X1 a determinare la staffetta tra motore termico e ibrido, a seconda della velocità di crociera e la domanda di gas; ma c’è anche la modalità Max eDrive, che massimizza le prestazioni in elettrico. Oltre a questo, chi guida può impostare i settaggi Sport, Comfort e Eco Pro, a seconda della convenienza. Rispetto a una X1 tradizionale, infine, la plug-in perde un po’ di bagagliaio: da 505 litri minimi si passa a 445. 


TAGS: auto ibride ibrido plug-in BMW X1 xDrive25Le iPerformance bmw x1 ibrida plug-in