Autore:
Andrea Rapelli

LO DICE IL NOME Non ci vuole Nostradamus per capire che la BMW Vision Future Luxury Concept, in mostra al Salone di Pechino 2014, è giusto un assaggio di come potrebbero essere le future ammiraglie dell'Elica, a partire dalla Serie 7. Zero notizie sulla meccanica, però: non resta che concentrarsi su stile e gadget tecnologici.

UNA SUPER 6 Qualche lieve somiglianza con la serie 6 c'è, tranne il dettaglio, se così si può chiamare, dell'assenza del montante centrale. Così, grazie anche alle porte che si aprono ad armadio, salire e scendere diventa operazione agile. E l'occhio ne guadagna, fa sapere Adrian van Hooydonk, che ha curato lo stile della BMW Vision Future Luxury Concept. Se i proiettori anteriori si fregiano delle tecnologia Laserlight, 10 volte più efficiente di quella a led, i gruppi ottici posteriori utilizzano sottili pannelli in OLED, brillanti e risparmiosi.

SIGNORA CHIP L'abitacolo pare fatto apposta per suscitare la curiosità dei nerd: chi guida è circondato da display tridimensionali e la maggior parte delle informazioni passa dal Vision Head-up display, che riesce perfino a sovrapporre le immagini reali con la grafica virtuale. Naturalmente tutti i comandi sono touch e non mancano schermi/tablet dedicati per il passeggero anteriore e per chi siede dietro. In questo modo si può gestire sistema di infotainment, clima, regolazione dei sedili...


TAGS: salone di pechino 2014