TOP Schiena dritta e petto in fuori: sta passando l’ammiraglia. Dopo una lunga attesa, finalmente BMW ha presentato la nuova Serie 7, grado apicale della gamma bavarese e vero e proprio frullato di nuove tecnologie.

DIETA DI FIBRE Se le misure cambiano di un’inezia, lasciando invariato il passo e raggiungendo quota 510 cm in lunghezza (che diventano 524 nella versione a passo lungo) il resto è tutta un’altra musica. A cominciare dallo stile, che dona un po’ più di presenza e sportività alla BMW Serie 7 2015; davanti, i fari fanno tutt’uno col doppio rene per uno sguardo più deciso, mentre dietro le nuove luci e un paraurti più cesellato alleggeriscono la coda. A proposito di leggerezza, la nuova BMW Serie 7 pesa 140 chili in meno della precedente dopo una dieta a base di fibra: nella nuova scocca “Carbon Core” c’è infatti tanta Cfrp, insieme ad acciai altoresistenziali e alluminio, che bene fanno anche alla rigidità torsionale.

CON LA SOLA IMPOSIZIONE DELLE MANI… Ma è sulla tecnologia della BMW Serie 7 2016 che si potrebbe scrivere un libro. Cominciando magari da quella più cara a chi guida: sospensioni pneumatiche regolabili in automatico, nuovo sterzo Active Steering e l’Executive Drive Pro, un sistema che  aziona le barre stabilizzatrici e regola gli ammortizzatori in base al fondo stradale, per minimizzare il rollio. Se invece parliamo di connettività, ora lo schermo dell’infotainment diventa touch (rimane comunque il pomellone rotondo) e interagisce, grazie al sensore 3D, anche con i comandi gestuali. Tra le altre new entry, anticipate in larga parte in occasione del CES (vedi correlate) c’è anche la chiave con display con cui si attivano il posteggio e l’uscita dal parcheggio (trasversale) telecomandate (con almeno 7,5 metri disponibili).

Li…MOUSINE Il corridoio del reparto high-tech continua, con l’elettronica sempre protagonista. Il Driving Assistance Plus, ad esempio, si dota di una funzione per la guida assistita in colonna nel traffico cittadino, mentre per coccolarsi arrivano clima quadrizona, aerazione dei sedili (con funzione massaggio) e il sedile “chaise longue” con poggiapiedi per chi siede dietro il passeggero anteriore. Per non parlare delle versioni Li, con vocazione da limo, illuminazione interna specifica e tetto panoramico stellato.

ANCHE IBRIDA La BMW Serie 7 2016 (in arrivo a fine anno in corso) avrà una versione ibrida plug-in in cima al listino. Per la 740e, così si chiama, si parla di una potenza di sistema di 326 cv (data da un duemila biturbo da 258 cv un elettrico da 95 cv), prestazioni da 5,6 secondi nello 0-100 e un’autonomia di 40 km in modalità elettrica. Anche per questo motivo i consumi dichiarati si fermano a 2,1 l/100 km e le emissioni di CO2 a 49 g/km. Le altre motorizzazioni sono tradizionali: 740i (anche Li) con il 3.0 da 326 cv, 750i (anche Li e con trazione xDrive) con il V8 da 450 cv e, unica opzione a gasolio, la 730d con 3.0 turbo da 265 cv (anche xDrive). Per tutte, di serie, c’è il cambio automatico Steptronic a 8 rapporti.


TAGS: nuova bmw serie 7 salone di francoforte iaa bmw serie 7 2016 Salone di Francoforte 2015 salone di francoforte 2015: tutte le novità iaa 2015