Autore:
Luca Cereda

TROVA LE DIFFERENZE Arriverà in concessionaria a febbraio 2017, la nuova BMW Serie 5, svelata oggi in anteprima online. Se fremevate per vedere il nuovo look, beh, forse rimarrete un po' delusi: rispetto alla vecchia, cambia ben poco. Ben diverso dovrebbe essere il discorso una volta alla guida. La tedesca nasce su una nuova piattaforma e fa il pieno di tecnologie su tutti i fronti. E tutto questo, al volante, si sentirà eccome.

ALLEGGERITA Lo sguardo è quello di sempre (con i led stavolta di serie), le misure nì. La settima generazione della Serie 5 ha guadagnato due centimetri e mezzo in lunghezza (4,93 metri), che sono finiti nel passo (2,98 metri) per liberare gambe e ginocchia di chi siede in seconda fila. Quanto a bagagliaio, si passa da 520 a 530 litri. Ma più che i centimetri o i litri, stavolta contano i chili: la nuova piattaforma in alluminio e latri materiali più leggeri, utilizzati ad esempio per le sospensioni hanno abbassato la lancetta della bilancia di un quintale. Il cx, invece, scende addirittura a 0,22 in alcune configurazioni particolarmente attente all'efficienza aerodinamica.

HOSPITALITY Dentro, si vede tutta la parentela con la Serie 7. Soprattutto nel nuovo schermo touch da 10,25 per la navigazione e per l'infotainment, che risponde anche a comandi gestuali. Clima quadrizona e sedili massaggianti elevano ulteriormente l'asticella del comfort. Ma, ça va sans dire, è soprattutto la tecnologia a farla da padrona. Con il nuovo head-up display e le funzioni ampliate del Connected Drive, che ad esempio permette di pagare il parcheggio direttamente dall'abitacolo con il Park Now. La nuova Serie 5, poi, è la prima ad integrare il software Apple CarPlay senza bisogno di cavi, grazie al wireless.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE Si va verso la guida autonoma, e la Serie 5 si prepara a dovere. A proposito di parcheggio, arrivano anche la ricerca di parcheggio intelligente ed il Remote Parking, il sistema che consente di telecomandare l'auto in uscita dalla sosta. Sensori e chip ormai si sprecano, sulla berlina media bavarese, che monta ogni tipo di assistenza alla guida e, grazie all'elettronica, si gestisce autonomamente in alcune condizioni di guida, e lo fa rispettando i limiti di velocità grazie all'intervento dell'Intelligent Speed Assist. Benché, volendo, la BMW Serie 5 2017 è in grado di gestire accelerazione, frenata e sterzo fino a 210 km/h.

L'IBRIDA E LA M5 C'è anche ibrida, volendo. Ma dovremo aspettare un po'. La 530e con tecnologia plug-in e un consumo dichiarato di 2 litri per 100 km verrà aggiunta alla gamma in corso d'opera, insieme alla M550i xDrive con V8 4.4 biturbo da 462 cv e 550 Nm e alla versione 520d Efficient Dynamic da 190, che dichiara consumi di 3,9 litri per 100 km.

IN CONCESSIONARIA Che cosa, invece, si può comprare subito? Sul fronte ottanico, la 530i e la 540i, equipaggiate rispettivamente con un quattro cilindri 2 litri turbo da 252 cv e un 6 cilindri 3.0 litri turbo da 340 cv. A gasolio troviamo la 320d da 190 cavalli e la 530d da 265 cv e 620 Nm di coppia. Tutte le versioni, tranne la 520d, avranno il cambio automatico di serie. La trazione integrale (optional) si può abbinare a tutte. 

 


TAGS: nuova bmw serie 5 salone di los angeles 2016 novità salone di los angeles 2016 bmw serie 5 2017