Autore:
Luca Cereda

MULTISPAZIO Ecco la BMW tuttofare. O almeno, ecco il suo prototipo. Un nuovo modello per la Casa della Doppia Elica, che segna un’inversione di tendenza: verso carrozzerie più versatili e motori più piccoli. Dovrebbe prefigurare anche l’arrivo di una BMW a trazione anteriore. La BMW Concept Active Tourer, al debutto  in quel di Parigi, si presenta come una MPV dal taglio sportivo,con motore tre cilindri da 1.5 litri abbinato a un elettrico sincrono montato sul retrotreno.

TRA PRESENTE E FUTURO Ibrida, dunque – in versione prototipale- di tipo plug-in, e con dimensioni compatte: 435x183x 156, il passo misura 267 cm. Lo stile degli esterni sembra già pianificato nei dettagli, pronto per la catena di montaggio. Lo stesso, invece, non si può certo dire per gli interni della BMW Concept Active Tourer, che in queste foto appaiono piuttosto lontani dalla configurazione commerciale: un’esplosione di head-up display, sorgenti di luce (il tetto panoramico in cristallo è a trasparenza variabile) e tecnologia; chi siede in seconda fila può spassarsela a smanettare con l’iPad giocando a Seismic Surf, che fornisce in tempo reale dati sulle performance del motore proponendo nuove sfide al guidatore.

PICCOLO, MA TOSTO Si guida anche a emissioni (quasi) zero, la BMW Concept Active Tourer, per un massimo di trenta chilometri. Il motore elettrico, montato al posteriore, offre una coppia immediata di 200 Nm. Collegato all’avantreno è invece il nuovo tre cilindri 1.5 TwinPower Turbo da 190 cv, capace di accelerare da 0-100 km/h in 8 secondi e accreditato di consumi ed emissioni particolarmente basse: 2.5 litri ogni 100 km e 60 g/km di anidride carbonica. Prevista anche una modalità di guida Eco Pro con la quale il sistema, in fase di rilascio, disattiva completamente il motore a combustione a velocità comprese 50 fino a 125 km/h. Oppure disaccoppia il motore dalla trasmissione fino a una velocità di 160 km / h, permettendo di sfruttare appieno l'energia cinetica già generata.


TAGS: bmw concept active tourer Tutte le novità del Salone di Parigi 2012