Autore:
Marco Rocca

CAYENNE? QUESTA SCONOSCIUTA Due tonnellate e mezza di peso, la tipica calandrona con motivo a nido d’ape sormontata dalla B alata, quattro fari tondi e quell’aplomb che solo un’ammiraglia inglese può avere. Più grossa e potente della più performante delle Cayenne, più lussuosa di una Range - Ladies and Gentleman - fa il suo ingresso nel mondo delle Sport Utility (superlusso), la Bentley Bentayga.

POTENZA A GO GO Subito i numeri. Sotto il cofano ruggisce il 6.0 litri W12 TSI con doppia sovralimentazione capace di 608 cavalli e una coppia da TIR, pari a 900 Nm, già disponibile a un regime appena sopra quello del minimo, fino a 4.500 giri. Nonostante pesi come due Punto con passeggeri e bagagli a bordo, la Bentayga sbriga la pratica 0-100 in appena 4,1 secondi. Ancora più impressionate la velocità massima. Anche se l’enorme frontale non sia il massimo per fendere l’aria, la Bentayga infrange il muro dei 300 km/h (301 per l’esattezza). Chissà i consumi, direte... Nei dati dichiarati dalla Casa, la sete del bestione si accontenta di 12,8 litri per 100 chilometri (nel ciclo combinato) con picchi che arrivano a 19,2 l/100km nel percorso urbano. Il beneficio del dubbio è più che lecito. Grazie al sistema di disattivazione dei cilindri e allo Stop&Start, le emissioni si fermano a 292 g/km di CO2. Quanto alla trasmissione, si abbina al 12 cilindri un cambio automatico ZF a otto rapporti che trasferisce la potenza sulle quattro ruote motrici.

TAGLIA XL, PESO CONTENUTO Pur essendo lunga più di 5 metri (5.141 mm) e larga 2, senza considerare gli specchietti, il peso della Bentayga è rimasto entro limiti accettabili. Il segreto è la nuova scocca utilizzata per i grandi Suv del Gruppo Volkswagen e introdotta sulla nuova Audi Q7, che ha permesso all’inglesona di risparmiare 236 kg rispetto all’uso di materiali tradizionali.

TAPPETO VOLANTE Se parlare di comfort per una Bentley è cosa scontata su asfalto, altrettanto deve essere anche in mezzo a una pietraia. Per questo motivo, la grossa Suv può contare su sospensioni pneumatiche regolabili su quattro livelli d’altezza e sul sistema di selezione delle modalità di guida (Drive Dynamics Mode), che permette di scegliere fino a otto diverse impostazioni. Il tutto va a braccetto con il Responsive Off-Road Setting e con il controllo attivo del rollio Bentley Dynamic Ride.

NAVICELLA SPAZIALE Elencare tutte le diavolerie tecnologiche, per la sicurezza e l’intrattenimento dei passeggeri, potrebbe portare alla pazzia. Ad ogni modo sappiate che figurano il cruise control predittivo con funzione di Stop&Go e Traffic Assist (che regola la velocità del veicolo basandosi sui dati dei sensori e satellitari), il Traffic Sign Recognition, il Rear Crossing Traffic Warning e i sistemi di assistenza al parcheggio Top View e Parking Assist con sterzata autonoma. Non mancano l'Electronic Night Vision che rileva potenziali ostacoli e l'head-up display.

SEMPRE CONNESSI Anche l'infotainment è di alto livello, e come poteva essere altrimenti! Gli occupanti sfrutteranno la potenzialità di uno schermo da 8" al centro della console e di due tablet rimovibili da 10,2" (dedicati ai passeggeri posteriori), con tanto di connettività Wi-Fi, 4G e Bluetooth. Tre i sistemi audio disponibili: Standard, Signature e Premium. Quest’ultimo firmato Naim, è il più potente nel suo segmento con ben 1.950 W e 18 speaker.

TUTTO SU MISURA Inutile ricordare, parlando di Bentley, le infinite possibilità di personalizzazione dell’abitacolo grazie al programma Mulliner Bespoke. Se l’idea di scegliere fa già venire il mal di testa, sappiate che l’abitacolo offre di serie legni pregiati lavorati e assemblati a mano, sedili regolabili su 22 vie (18 i posteriori), rivestimenti in pregiatissima pelle disponibili in 15 tonalità. Quando la vedremo? Intanto al Salone di Francoforte previsto tra una settimana, su strada a partire da inizio 2016. 


TAGS: bentley suv iaa Salone di Francoforte 2015 iaa 2015 bentley bentayga