Autore:
Luca Cereda

PATRIOTTICA Più che una supporter, una “transporter”. Ma fatto sta che, armata di trucco e bandiera, anche questa Audi A1 e-tron German Olympic Team sta facendo la sua piccola parte nella spedizione tedesca alle Olimpiadi di Londra 2012. Il suo ruolo? Accompagnare gli atleti tedeschi dalla MS Deutscland Cruise Ship (una sorta di hospitality tedesco ai Giochi) alla German House, dove risiederanno per la durata delle Olimpiadi.

TRE COLORI Per svolgere al meglio il proprio compito, l’ Audi A1 e-tron German Olympic Team si è agghindata di tutto punto. Questa one-off sfoggia infatti una livrea smaccatamente patriottica, personalizzata in più punti da richiami alla bandiera della Germania. Oltre alla classica tripla striscia nera, rossa e gialla, caratterizzano la carrozzeria anche scritte e serigrafie (vedi il tetto) che rievocano l’anno di edizione di queste Olimpiadi. Anche i cerchi, infine, sono fuoriserie: la verniciatura bianca delle razze è “sporcata” da tre baffetti di colore nero, rosso e giallo.

COMUNE MORTALE L’allestimento olimpionico prevede anche interni ad-hoc. Niente di particolarmente vistoso, però, visto che la personalizzazione si limita a qualche inserto dedicato in corrispondenza dei pannelli-porta e in una modanatura speciale per la parte bassa della plancia, sempre decorata in tema olimpico. I sedili, di foggia sportiva, sono in pelle e bordati di rosso. Malgrado presunta la sua vocazione agonistica, tuttavia, la Audi A1 e-tron German Olympic Team vanta le stesse prestazioni di una A1 e-tron comune: 75 kW di potenza, 130 km/h di velocità massima e fino a 250 km di autonomia grazie al range extender.