Autore:
Andrea Rapelli

VECCHIE E NUOVE GLORIE La ATS (Automobili Turismo Sport) è una piccola Casa automobilistica dal cuore tutto italiano, nata da Carlo Chiti e Giotto Bizzarrini nel 1963. Oggi, la piccola azienda vive una seconda giovinezza, grazie a un manipolo di appassionati imprenditori italiani. L'ultima nata è la ATS Sport 490 Stradale, racing-car utilizzabile anche su strada.

SPESA AL SUPER? In effetti, se non fosse per la mancanza di un qualsivoglia pertugio per le borse, con la ATS Sport 490 Stradale si potrebbe andare a far la spesa settimanale al super. La veloce barchetta in questione è infatti omologata per la circolazione stradale con gruppi ottici e tutto il necessario, per ora solo in Inghilterra. Ma, presto e per chi ne facesse richiesta, la ATS potrà allestirne versioni omologate per altri mercati. Così per partecipare al trackday domenicale non dovrete per forza dotarvi di carrello e auto per trainarlo.

PRESTAZIONI DA MOTO Ad ogni modo, i tratti salienti della ATS Sport 490 Stradale sono ben altri: il motore, capace di girare a regimi elevatissimi, è un Suzuki aspirato da circa 1.4 litri con 235 cv a ben 10.000 giri. Sommati ai soli 500 kg di peso (solo 35 in più rispetto alla versione riservata solo alla pista) formano un mix esplosivo, con velocità massima di oltre 230 km/h e un'accelerazione da 0 a 100 km/h pari a soli 3 secondi. A corollario, tutta una serie di accessori pensati per il tempo sul giro: ammortizzatori Ohlins, freni maggiorati Tar-ox, pneumatici semislick Avon, scatola sterzo diretta...


TAGS: ats sport 490 stradale