Autore:
Massimo Grassi

MISSION IMPOSSIBLE? Qual è l’auto di serie più veloce del mondo? La risposta, da qualche anno a questa parte, è sempre la stessa: la Bugatti Veyron Super Sport. Tra poco però bisognerà aggiornare Wikipedia e la risposta che darete a chi vi farà la fatidica domanda sarà “Aston Martin AM-RB 001” o, per gli amici, Aston Martin Nebula. Cos’è? Com’è? A quanto va? Momento, momento, momento. Vi rispondo (o almeno, ci provo) qui sotto.

TI METTE LE AAAAALI Facciamo un salto indietro di qualche mese, quando Aston Martin e la scuderia di Formula 1 Red Bull hanno annunciato l’inizio di una collaborazione per creare un’auto incredibile, capace di racchiudere in sé una potenza tale da farla diventare l’auto più veloce del mondo. È nata in quel momento l’idea della Aston Martin AM-RB 001, nome in codice Project Nebula. Foto, anche solo di un piccolo particolare, non ce ne sono ancora. Ci si deve accontentare di una confusa immagine teaser. E nulla più.

FIRMA D’ECCEZIONE Sappiamo però una cosa: nel progetto è stato coinvolto anche Adrian Newey, direttore tecnico del team Red Bull di Formula 1. Se il buongiorno si vede dal mattino… Secondo quanto dichiarato ad Autocar da Andy Palmer (ovvero il capo di Aston Martin) “È l’espressione, senza compromessi, delle capacità di Newey, perché in questo caso non ha dietro FIA e Formula 1 che gli dicono cosa può o non può fare. Secondo me è senza compromessi perché è l’auto più bassa che si sia mai vista”. Secondo alcuni potrebbe assomigliare alla Red Bull X2010, prototipo di auto da corsa nato 6 anni fa per correre all'interno del videogioco Gran Turismo e disegnato, guarda caso, da Newey. Ecco, io non ci credo molto. Dài, ma l’avete vista la X2010? Troppo estrema per clienti Aston Martin.               

PER POCHI. ANZI, PER POCHISSIMI Come detto di foto della Aston Martin AM-RB 001 - Project Nebula non ci sono foto. Magari compariranno sui profili Facebook di un qualche facoltoso cliente della Casa britannica presente allo scorso Gran Premio di Monaco. Pare infatti che la Nebula sia stata mostrata in gran segreto a probabili futuri compratori durante il weekend della gara del Principato. Compratori che non saranno più di 99: sarà questa infatti la tiratura della hypercar di Gaydon.

BENZINA ED ELETTRONI Una hypercar quindi, che si muoverà grazie al lavoro di un motore endotermico e uno o più propulsori elettrici alimentati da batterie (si pensa) agli ioni di litio. Batterie che non saranno troppo grosse e pesanti, per non andare a inficiare con la massa complessiva della Nebula che, secondo recenti rumors, peserà tra i 900 e i 1.000 kg. La potenza, sempre secondo voci circolanti sul web, sarà di 1.000 cv. Eh si, cari miei, pare proprio che il rapporto potenza/peso sarà di 1:1, se non addirittura superiore. Peccato però che il mio salvadanio non contenga i 2 milioni di Sterline (anche in questo caso i dati relativi al prezzo provengono da rumors e voci di corridoio) necessari per portarsi a casa un bolide del genere. Che poi, come ha detto Mr. Palmer “È la solita vecchia storia: se devi chiedere il prezzo, significa che non te la puoi permettere”. 


TAGS: aston martin red bull Aston Martin AM-RB 001 Project Nebula adrian newey