Autore:
Luca Cereda

TRA SOGNO E REALTA' Realismo o fantascienza? Scegliete voi. Allo stand di Nissan ce ne sarà per tutti i gusti, mercoledì 21 ottobre, all'apertura del Salone di Tokyo. Da un lato la Casa non vuole rinunciare a ficcare il naso nel dibattito che tanto infervora questi tempi: il futuro dell'auto elettrica. Dall'altro non perde di vista il mercato, specie quello locale, offrendo al pubblico qualche novità che possa tradursi, a breve, in un possibile investimento.

CUBISTI E CYBORG Benvenuto all'EV Land Glider, allora, che sembra un sidecar "monovolume” e che ci illustrerà come e cosa guideremo tra dieci anni. Ma benvenuti anche alla Broox, nuova leva della corrente "cubista”, e alla nuova Fuga, berlinona top di gamma del listino jap. Chiude il club delle novità assolute un inedito allestimento del poliedrico NV 200 Vanette, ora anche in versione taxi. Sul palco saliranno anche la Leaf e la Quazana, già di scena agli ultimi saloni di Parigi e Ginevra ma alla prima apparizione casalinga.


NISSAN LAND GLIDER
BALLE SPAZIALI
Una monoposto dalla struttura basculante, con un corpo sottile e leggero e una carrozzeria ultracompatta. Guideremo anche questo, tra le altre cose, stando alla sfera di cristallo di Nissan. La Land Glider è una proposta avveniristica, certamente provocatoria, ma intende rispondere alle esigenze sempre più stringenti dei centri urbani iperaffollati di auto formato "barcone”. Ecco spiegata la silhouette grissino, la cabina flessibile, e ovviamente il motore elettrico, che la spinge in totale silenzio e senza appesantire l'aria. Gli interni sono in stile super high-tech: stando a quanto ci mostrano le foto, dovremo rassegnarci, un giorno, ad impugnare un timone dell'Enterprise al posto del volante.

NISSAN FUGA
BIG IN JAPAN Cofano lungo
, ruote da 20”, la Fuga è la berlina top di gamma di Nissan destinata al mercato giapponese. Proporrà un sistema di propulsione ibrido composto da un motore termico V6 e un motore elettrico. Principale spunto di interesse dovrebbero essere però le nuove tecnologie di cui si farà portatrice, tra le quali gli "Eco-pedali” e un sistema di climatizzazione chiamato "Forest AC”, in grado di gestire anche l'umidità e i profumi dell'aria.

NISSAN ROOX
SCATOLETTA PER VATUSSI
Al di là della vernice viola-shocking, non passerà certo inosservata nemmeno per le sue forme (già celebrate dalla Cube). "Licenza di curvare” esclusivamente sul muso, per il resto è un traffico di linee perpendicolari che la rendono più spigolosa di un iceberg. Guai a chi tenti di speronarla, potrebbe farsi male; chi voglia entrarvi, invece, troverà nella Roox tanta abitabilità racchiusa in un mini-packaging. L'idea alla base del progetto era quella di realizzare un MPV da poter configurare a seconda delle più svariate esigenze, potendo contare su un'altezza interna di 136,5 centimetri e sedili ripiegabili fino al minimo ingombro. La sorella corta della Cube (è lunga infatti solo 208,5 cm) monta anche porte scorrevoli (con corsa di 58 cm), apribili da remoto premendo un tasto della chiave, e una vetratura da piccola serra.

TAGS: concept car tokyo electric auto elettriche salone di tokyo Salone di Tokyo 2009