Autore:
Silvio jr. Suppa

BELLA STORIA Di foto ufficiali ancora non se ne vedono. Ma alla Peugeot il lavoro di engeneering va avanti e i risultati dovrebbero arrivare: fra un anno si potrà incontrare per strada l’utilitaria con le porte da monovolume, che scorrendo spazzano via decenni di storia. Quella storia di graffi, microammaccature, scontri con i paletti e sportellate con le auto a fianco.

TREND Scorrevole è meglio, elettricamente poi è il massimo. È la formula scelta per spalancare il varco della Peugeottina – che come la 807 avrà un motorino con telecomando nelle versioni top. Ed è una soluzione a cui non pensano solo a Sochaux, anzi potrebbe diventare una sorta di moda per le ultracompatte hi-tech.

SLIDING DOORS Intanto vengono in mente gli innumerevoli vantaggi di una porta che quando si apre diventa parallela alla fiancata: massima accessibilità, praticità negli spazi stretti e niente colpi di vento infidi. Senza considerare l’importanza di un accesso "sliding" per chi ha qualche problema motorio in più, e non sarà costretto a costose trasformazioni after-market per entrare in auto.

MONOVOLUMINOSA Con la 107 si può parcheggiare anche accanto ad una colonna e si esce lo stesso, almeno a quanto sembra. Ma se a fine manovra le distanze sono davvero minime, in caso di "strettissima" necessità si potrà uscire facilmente pure dal lato passeggero. Perché la leva del cambio è sulla plancia come per le monovolume vere. E delle stradiste da famiglia la Centosette ha tutta l’altezza: 160 cm, quanto una Hyundai Atos ma anche una Toyota Corolla Verso.

LEONCINO È in lunghezza che il pratico leoncino si fa improvvisamente contenuto, solo tre metri e 69. Più di una Nuova Panda (3,54) ma meno di Nissan Micra (3,71) e di molte altre competitors. 206 in testa, l’enfant terribile tocca quota 384 centimetri. Eppure si parla di affiancarle l’ultima nata come alternativa più capiente. Per questo anche i prezzi dovrebbero essere simili: sperando che quelli della 107 scorrano un po’ verso il basso.

ZERO-ZERO-SETTE Le dimensioni e il numerino "107" farebbero pensare alla più piccola delle Peugeot, alla nuova 106. E invece la 107 non sarà il gradino più basso della gamma. Più piccola di lei sarà la 00.7 (C1 per la Citroën), minicompact che nascerà dal matrimonio a tre fra Peugeot, Citroën e Toyota, prevista per la metà del 2005. Una anti-Panda con cinque porte e un prezzo base di 8000 euro, sviluppata in Giappone ma costruita nel nuovo stabilimento di Kolin nella Repubblica Checa.


TAGS: anteprima:peugeot 107