Autore:
Massimo Grassi

PASSO IN AVANTI Android Auto: è questo il nome del software che permette di far dialogare il nostro smartphone basato sul sistema operativo mobile di Google con i sistemi di infotainment dell’auto. Per farlo però ci vogliono 2 cose: un cavo USB e che il sistema dell’auto sia compatibile con Android. Due condizioni che in futuro non saranno più necessarie. Durante il Google I/0 2016, annuale conferenza dedicata al mondo della grande G, i grandi capi di Mountain View hanno mostrato quello che sarà il futuro di Android Auto.

TUTTO IN UNA APP (E SENZA FILI) Un domani (non sappiamo quanto lontano) per utilizzare Android Auto non bisognerà più possedere un’auto con sistema di infotainment compatibile: il software sarà infatti interamente installato sullo smartphone, che fungerà così da vero e proprio “cervellone” e “telecomando” per gestire diversi parametri dell’auto. Niente più rotelline o pulsantini per far partire la musica o selezionare la meta sul navigatore satellitare. Collegare smartphone e auto sarà poi ancora più semplice: dimenticate cavi e cavetti, il tutto infatti avverrà in wireless e senza bisogno di utilizzare le mani. Basterà pronunciare le parole magiche “Ok Google” per gestire Android Auto con i comandi vocali.

TRANQUILLI, CI PENSA ANDROID Come (con ogni probabilità) avverrà con iPhone 7, anche i futuri smartphone Android di fascia alta diverranno molto più che semplici strumenti per gestire musica, mappe, telefonate etc… all’interno delle nostre auto. Stando a quanto detto e mostrato durante il Google I/0 2016, grazie a una speciale Maserati Ghibli elaborata in collaborazione con Qualcomm nella quale è stato montato un immenso monitor touch 4K,  il sistema operativo di Google controllerà numerose funzioni dell’auto come aria condizionata, serrature, controllo di diversi parametri e tanto altro ancora. 


TAGS: tecnologia google android maserati ghibli wireless comandi vocali android auto touch screen Google I/0 2016