Autore:
Luca Cereda

TANTO TUONO’… Risalivano ad almeno cinque anni fa – se non di più – i primi presunti avvistamenti e precoci ricostruzioni grafiche, più o meno fantasiose. Sembrava dietro l’angolo, la nuova Alfa Romeo Giulia. E invece i tempi si sono dilatati un po’ ma oggi è tornata, proprio ad Arese, che per i più è ancora casa sua. Le immagini che vedete sono relative alla versione più potente, l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde: 510 cavalli per uno 0-100 da 3,9 secondi. Se l’acquolina sale, non correte a chiamare il medico. Tutto nella norma.

NUOVO LOGO Lo stile della nuova Alfa Romeo Giulia privilegia linee tese, tradendo perfino qualche accento manga. Smaccatamente sportiva, promette di esserlo anche negli interni (fibra di carbonio, legno e tessuti di pregio), dei quali però ancora non ci sono immagini. Sull’immancabile trilobo e in coda c’è un nuovo logo, ridisegnato per Alfa da Robilant Associati.

POSTERIORE O INTEGRALE Ampio il ricorso a materiali leggeri: carbonio per albero di trasmissione, cofano e tetto, i motori sono in alluminio, come le sospensioni, multilink al posteriore. Il motore della Giulia Quadrifoglio Verde ha beneficiato delle cure dei tecnici Ferrari: è un V6 biturbo da 510 cv. La distribuzione dei pesi  dichiarata è 50:50 sui due assi. In attesa di conoscere le opzioni per i cambi, è confermato che la nuova Giulia si potrà avere a trazione posteriore o integrale.

IL DNA SI FA IN QUATTRO Sono tante, infine, le tecnologie applicate. Qualche esempio? Differenziale posteriore con tecnologia Torque Vectorinig, dischi carboceramici e Brake System (un dispositivo che combina l’azione di ESP e servofreno), Active Aero Splitter (per aumentare la deportanza), la centralina Chassis Demand Control a governare l’elettronica di bordo e un DNA – l’Alfa DNA – settato su quattro livelli: Dynamic, Natural, Advanced Efficient (la più risparmiosa) e Racing per le versioni più sportive (forse non solo la QV).


TAGS: alfa romeo alfa salone di francoforte iaa alfa romeo giulia Salone di Francoforte 2015 salone di francoforte 2015: tutte le novità iaa 2015 giulia