Autore:
Gilberto Milano


QUASI RECORD
Non c'è dubbio: quasi sette milioni di euro pagati per una 330  Testa Rossa Spyder del 1962 fanno un bel clamore. Ok, è l'ultima vettura a motore anteriore a vincere a Le Mans, è una sportiva splendida e rara, ma quasi 14 miliardi di vecchie lire sono sempre una bella quotazione per un'auto storica, anche se non la più alta mai pagata (il record appartiene alla Ferrari GTO con circa 20 miliardi di vecchie lire pagati negli Anni 90).


FEBBRE ROSSA
Il fatto è che quello compiuto ieri da un anonimo collezionista (l'offerta è arrivata per telefono) non è stato un gesto isolato: a Fiorano, dove si è tenuta l'asta "Ferrari leggenda e passione", quasi tutte le Ferrari messe all'incanto hanno trovato un compratore. Non solo, il tutto esaurito ha quasi toccato anche la ricca vendita di memorabilia Ferrari presente in catalogo. Segno che la febbre da Cavallino è ancora alta, forse come all'inizio degli Anni 90 quando bastava una qualsiasi scritta Ferrari anche su un foglio di carta per scatenare le voglie dei collezionisti..


CORSA AL RIALZO
Tra le auto, da segnalare anche le quotazioni record raggiunte dalla 340/375 MM Berlinetta Competizione del 1953 nella livrea Carrera Panamericana (4.235.000 euro), la Dino 206 Sport del 1966 (2.420.000 euro), la 340 MM Spyder Competizione del 1953 (2.310.000 euro), due 250 SWB Berlinetta Scaglietti (2.640.000 euro) e persino una Daytona Spyder gialla del 1971 che ha scatenato le voglie di due appassionati facendo salire le quotazioni fino a 1.045.000 euro.


FORMULE VINCENTI
Bene anche le quattro Formula 1 in catalogo, tutte vendute a prezzi da capogiro, con in testa la F2006 di Felipe Massa vincitrice del GP di Turchia dello scorso anno (1.650.000 euro), seguita dalla F2003 ex Barrichello, vincitrice del GP del Giappone (1.540.000 euro), mentre con quotazioni relativamente più basse sono state aggiudicate la F310B del 1997 di Schumi vincitrice ai GP di Monaco e Spa (770.000 euro) e la 126 C2B del 1983, ex Patrick Tambay vincitrice al GP di San Marino (418.000 euro).


SCHUMI D'ORO
Quanto alla memorabilia, ha fatto boom tutta quella marchiata Schumacher. Quello che tocca il Re Mida tedesco si trasforma in oro e anche una semplice t-shirt assume quotazioni da gioiello (575 euro per la sua girocollo del 2006). Ma il massimo è stato il volante della F2005 utilizzato dal sette volte Campione del mondo nel 2005, aggiudicato alla bella cifra di 63.250 euro, seguito dal suo casco del 1996 con tanto di autografo (21.850 euro). A poco più di 20.000 euro è andata anche la sua tuta da gara del 2005, mentre a 1.750 euro si è fermata l'asta per la sua maglietta in cashmere.


DI TUTTO DI PIU'
Ottima quotazione anche quella raggiunta dal modellino in scala 1:2 della F2004, utilizzato per gli studi nella galleria del vento (49,450 euro), così come un trofeo della Mille Miglia del 1951 (29,900 euro) poi regalato a Luca di Montezemolo dal titolare della RM Auctions, la Casa che ha organizzato l'asta in associazione con Sotheby's. Ma le sorprese sono state molte di più. Nella nostra "gallery" trovate le quotazioni di tutti i lotti battuti a Fiorano. Basta cliccare su ogni foto.