Autore:
Luca Cereda

TO BE CONTINUED? Una saga che sembra non avere fine, quella delle  personalizzazioni sulla base della 500 Abarth. L'ultima in ordine cronologico è comparsa una manciata di minuti prima della conferenza stampa di presentazione del 60° Gran Premio d'Italia, a Monza. E se il velo è caduto a bordo-pista non è per puro caso: la livrea di questa 500 riporta proprio i colori ufficiali dell'Autodromo di Monza, e i 260 cavalli del suo 1.4 turbo, ogni tanto, meritano di sfogarsi dove possano galoppare a briglia sciolta.

BOLIDE D'ELITE Si chiamerà "Monza” in ossequio al circuito e al suo GP. Prodotta in 10 esemplari, muniti di targhetta nominale in ottone, arriva dritta dal garage Romeo Ferraris, preparatore dal 1959. Che c'ha messo mano dentro e fuori, ma soprattutto sotto, trasformando una 500 Abarth in un piccolo bolide d'elite. Costerà intorno ai 60.000 euro, migliaio in più, migliaio in meno. Il prezzo esatto non è ancora definito perché, tuttora, l'auto non è stata testata nella sua versione definitiva.

LA PISTA IN TESTA La livrea è bianco ghiaccio, striata di rosso e blu su cofano, spoiler e prafanghi posteriori. Puro stile racing. Sul tettuccio si staglia lo stemma dell'autodromo di Monza, che all'interno di una ruota dentata riproduce in scala ridotta la sagoma della pista. La stessa effige ritorna in piccolo sul montante centrale, all'esterno, e sullo schienale di ciascuno dei sedili anteriori. Minacciano scintille quella presa d'aria di tipo Naca sul cofano (nella versione definitiva dovrebbe restare un po' più accentrata) e il doppio terminale rotondo dell'impianto di scarico (omologato).

PELLE BIANCA Anche nell'abitacolo la cura del dettaglio è di prim'ordine. Domina il bianco, incontrastato, di sellature primo fiore e superfici in Alcantara: un'alcova che mette in risalto anche il minimo elemento cromatico di rottura, su tutte, le bande bicolor che attraversano i sedili richiamando l'estetica della livrea esterna. A breve, il facoltoso cliente avrà a disposizione anche un set di valige (realizzate in pelle e carbonio) e una tuta da pista dedicate.

DOPING INSIDE Carino il vestitino, certo, ma il pezzo forte si nasconde sotto. La scuderia di partenza (i 135 cavalli del motore in dote alla 500 Abarth) è stata quasi raddoppiata e stipata in un 1.4 turbo sottoposto a cura dopante. Duecessosessanta cavalli in tutto, ottenuti montando un kit turbo maggiorato, interamente sviluppato dalla Romeo Ferraris, così come fatto in casa è l'impianto di scarico specifico capace di migliorare il flusso del gas e, di conseguenza, la risposta del turbo e l'erogazione del motore.

BRIGLIE SPECIALI Un giro di chiave e giù di gas, con rapporti cortissimi, come vuole la tradizione pistaiola, da gestire attraverso un cambio sequenziale a sei marce. Per controllare tanta potenza e tanta coppia, sulla 500 Monza è stato installato un differenziale autobloccante specificatamente tarato dal preparatore. Che chiaramente ha dovuto modificare anche l'impianto frenante, installando sull'anteriore un kit maggiorato della Brembo, e l'assetto, sostituendo componenti originali con accessori derivanti dal mondo delle corse. Un gioellino per pista e per strada: su entrambe, da guidare con i guanti…


LA SCHEDA TECNICA

MOTORE
-Cilindrata 1368 cc
-Potenza 260 cv (191 kW)

MECCANICA
-Centralina elettronica
-Turbina maggiorata
-Terminale omologato a doppia uscita centrale
-Filtro aria sportivo

CAMBIO
-Sequenziale 6 marce
-Differenziale autobloccante

ASSETTO
-Ammortizzatori regolabili
-Pneumatici Yokohama Parada 205/40 r17

FRENI
-Impianto frenante anteriore Brembo maggiorato
-Dischi forati da 280mm di diametro con pinze a 4 pompanti
-Tubi freno in maglia metallica
-Set pastiglie racing anteriori e posteriori


TAGS: monza tuning abarth 500 abarth preparatori 500 monza Fiat: tutte le 500 del mondo