Prova su strada
Land Rover Discovery: disponibile da primavera 2017

Land Rover Discovery 2017:
prova, dotazioni, prezzi

Non fatevi ingannare dal suo stile da città, la nuova Land Rover Discovery è un fuoristrada DOC

17 0
Autore:
M. A. Corniche

SOS Quante Land Rover Discovery avete visto impegnate in situazioni di emergenza? L’abbiamo vista con i colori della croce rossa, della protezione civile, di carabinieri e polizia… ora il testimone lo prende la nuova Land Rover Discovery e non fatevi ingannare dal suo stile da SUV di città. Oggi vi propongo una prova speciale della nuova Disco, verso Amatrice, per l’inaugurazione del giardino degli alberi, la prima struttura definitiva di Amatrice post terremoto.

E' SEMPRE DOC Se siete tra i nostalgici dello stile frigorifero della Disco 3 e 4, io mi unisco al gruppo. Ma il marketing è marketing e Land Rover ha deciso di pensare a una Discovery più adatta nello stile a un pubblico più ampio, meno di intenditori. E così è la sorella maggiore della Discovery Sport in tutto e per tutto, soltanto la coda è meno Sport e più verticale per lasciare comodi anche per adulti i posti, optional, della terza fila e per non limitare la capacità di carico. Rimane sul tetto un minimo rialzo, in memoria dello scalino delle vecchie Discovery. Però non fatevi ingannare, dietro il vestitino alla moda disegnato dal marketing c’è sempre una vera Land Rover, una fuoristrada DOC. Con misure da fuoristrada, 28 centimetri di altezza minima da terra, marce ridotte e capacità di guado fino a 90 centimetri.

SEDILE SCORREVOLE Il posto di guida della Land Rover Discovery 2017 è un buon posto di comando, la posizione di guida è comoda e con belle regolazioni lunghe, e si può viaggiare seduti comodi senza sentirsi in piedi come su altre SUV. Lo spazio all’interno è tanto ma per un’auto lunga 497 centimetri lo spazio per le gambe di chi siede dietro è tanto ma non tantissimo per i più alti, anche se i sedili posteriori, scorrevoli per 16 centimetri, sono spinti verso il bagagliaio. Ma si sta comodi, con lo schienale regolabile.

INFOTAINMENT Al centro della plancia dal solito stile Land/Range Rover massiccio ma pulito, curata nei materiali, la nuova Land Rover Discovery ospita il centro di comando del sistema di infotainment InControl Touch Pro, lo schermo da dieci pollici molto rettangolare, proporzione che si apprezza quando si utilizza la funzione Dual View con due visioni differenti per pilota e passeggero che può guardarsi Narcos senza distrarre chi guida. Disseminate nell’abitacolo ci sono prese USB (9), prese 12V (6), HDMI e si può predisporre un hot spot wifi per otto utenti.

ACTIVE KEY Si può anche lasciare in auto la chiave se si indossa l’Active Key, un bracciale che chiude l’auto e disabilita la chiave appoggiandolo alla D di Discovery sul portellone. Potete nuotare fino 30 metri di profondità e, finita l’immersione, appoggiate ancora l’Active Key alla D e la Discovery si apre.

CASSETTO SEGRETO Sullo spazio per gli oggetti la nuova Discovery va alla grande, con vani ovunque, perfino uno nascosto dietro ai comandi della climatizzazione come quello di un secretaire, e anche per i bagagli: se viaggiate in cinque avete più di 1.200 litri a disposizione per i bagagli e, se siete soltanto in due, i litri arrivano a 2.500. il bagagliaio è sconfinato in larghezza e profondità ma la soglia è piuttosto alta e sotto la tendina in altezza c’è chi fa meglio.

SEDILI AUTONOMI Passare da 7 a 5 a 2 posti sulla Land Rover Discovery 2017 è facile, grazie al sistema elettrico comandato che stende i poggiatesta come pupazzetti del tirassegno e ripiega o solleva i sedili singolarmente. Si può procedere dai pulsanti nel bagagliaio, dal touch screen sulla plancia e anche dall’esterno, grazie alla app sullo smartphone, così, quando siete in coda al supermercato, potete già predisporre il vano di carico alla bisogna.

RIBALTINA ALLA RIBALTA Se volte godervi il panorama seduti al riparo potete utilizzare la ribaltina che trattiene i bagagli quando è in verticale in grado di reggere fino a 300 chilogrammi quando è posizionata in orizzontale come un prolungamento del piano di carico. Si abbassa grazie a uno dei soliti pulsanti nel bagagliaio o si può scegliere che si abbassi automaticamente quando si apre il portellone.

PROVA COSTUME Il nuovo vestito della Land Rover Discovery 2017 nasconde una bella innovazione: la scocca è realizzata all’85% in alluminio, deriva da quella delle Range Rover, il portellone è un unico pezzo in materiale plastico e, dichiara Land Rover, la nuova Discovery pesa 480 chilogrammi in meno rispetto alla Discovery 4, per un peso in ordine di marcia intorno ai 21/22 quintali a seconda della versione. Sempre in tema di pesi, la nuova Discovery può trainare fino a 3.500kg e si può richiedere il gancio di traino estraibile che si aggancia automaticamente al traino.

MOTORI DIESEL E BENZINA Della dieta dimagrante sono contenti i quattro motori disponibili: gli Ingenium 4 cilindri due litri nella versione TD4 da 180cv, disponibile dopo un paio di mesi dal lancio, e SD4 da 240 cavalli, sempre a gasolio si può scegliere anche il 3.000 sei cilindri TD6 da 249 cavalli il benzina, sempre tremila e sempre sei cilindri da 340 cv. Il cambio è automatico a 8 marce, disponibile anche con il riduttore per chi intende affrontare con la nuova Discovery fuoristrada impegnativo.

SOSPENSIONI ATTIVE Optional (circa 1.800 euro) o di serie sono le sospensioni pneumatiche attive. Un optional interessante soprattutto per chi intende sfruttare spesso i sette posti e/o il vano di carico e anche soltanto per i più comodi, con la Discovery 2017 che si abbassa di 40 millimetri quando si apre la portiera per rendere più comoda la salita o il carico. È interessante anche per chi vuole sfruttare le doti offroad della Disco 5, potendo alzare l’assetto di 75 millimetri.

ANIMO OFFROAD Restando sull’anima fuoristrada della Land Rover Discovery 2017, la scheda tecnica è da prima della classe: altezza minima da terra di 283 millimetri (220 mm con sospensioni non pneumatiche), angolo di attacco di 34 gradi, angolo di uscita di 30 gradi, angolo di dosso di 27,5 gradi (gli angoli diminuiscono di circa 5mm con sospensioni non attive) e capacità di guado 90 centimetri (o 85cm senza le attive). La trazione è integrale permanente con una ripartizione standard 50% anteriore e 50% posteriore che varia in base alle necessità. La dotazione elettronica prevede l’ultima release del Terrain Response, con il pomellone che consente di predisporre la Discovery al terreno che si sta affrontando. Una nuova funzione è il All Terrain Progress Control, un cruise control pensato per il fuoristrada: si sceglie una velocità compresa tra 2 e 30 km/h e la Discovery fa tutto da sola. Si aggiungono il solito Hill Descent Control, per regolare automaticamente la velocità in discesa senza toccare freno e acceleratore e una funzione specifica per le partenze su fondi difficili.

LISTINO PREZZI Si può scegliere tra quattro motori e quattro allestimenti, S, SE, HSE e HSE Luxury con prezzi da 52.700 a 67.800 euro. Per una Land Rover Discovery HSE SD4 si spendono 67.800 euro. Al lancio è disponibile anche una First Edition, una versione quasi full optional, da 85.900 euro.

COME VA La nuova Land Rover Discovery ha forme imponenti, un frontale aggressivo e una coda alta e diritta, tutto spalmato su 497 centimetri di lunghezza e 188 centimetri di altezza. La posizione di guida è alta ma salire a bordo, grazie anche all’aiutino delle sospensioni pneumatiche è piuttosto agevole anche per i normodotati in altezza. L’ambiente è lussuosamente curato alla Land Rover maniera con quel pizzico di spartano che ricorda l’anima offroad della nuova Discovery.

TD4 Imponente alla vista, non è una libellula nemmeno al volante. Non ho provato la Land Rover Discovery 2017 con il motore TD4 poiché non è ancora disponibile ma, sulla carta non mi sento di consigliarla se non a chi, al volante, non ha mai fretta e viaggia spesso scarico. I motori SD4 da 240cv e TD6 da 249cv hanno una differenza di coppia di 100Nm (500Nm a 1500 giri e 600Nm tra 1.750 e 2.250 giri) ma sostanzialmente, nella guida sul misto, il comportamento non cambia molto. Il TD6 ha un bel sound felino da sei cilindri, vedete voi se vale una differenza di prezzo di 2.100 euro.

MODALITA' SPORT Con l’SD4 e il TD6 la nuova Land Rover Discovery si muove piuttosto agilmente, potenza e coppia sono sufficienti, anche se arrivano con un poco di ritardo. Se si vogliono sfruttare al meglio consiglio di utilizzare la modalità S(port) del cambio che non è mai troppo sportiva, oppure giocare con le palette sul volante. Con queste modalità i cavalli si fanno sentire con più vigore.

QUELLO CHE VORREI... Tra le curve, malgrado la dieta, il peso si avverte. La Discovery 2017 è pesante e alta e la coda, voluminosa e un poco a sbalzo, si fa sentire. Come tradizione la Discovery tende un po’ a coricarsi in curva quando si inizia a premere sul gas e vorrei avere una regolazione aggiuntiva delle sospensioni, una regolazione Sport che potrebbe tenere il peso sotto controllo. Se pestate sul gas, lavorate con dolcezza sul volante e il suo servosterzo elettrico vi aiuterà a tenere la coda al suo posto.

DA VIAGGIO La nuova Land Rover Discovery è un’auto pensata soprattutto per il comfort, in questo il suo assetto morbido e vellutato non mancherà di piacere agli americani ma anche a europei che non hanno fretta. In velocità non è silenziosa come le sorelle Range Rover ma assicura viaggi lunghi senza stancarsi troppo.

IL SUO DONO Confortevole su strada, la Discovery 2017 è estremamente confortevole anche quando il fondo si fa impegnativo e nell’offroad. Qui la sua anima Land Rover fa la differenza con le SUV della concorrenza e il dono della (quasi) inarrestabilità infonde sicurezza a chi la guida, sapendo che gli ostacoli e le emergenze non sono un problema. Questo dono mi è sempre piaciuto nelle Land Rover.  


TAGS: land rover discovery land rover .prova su strada

Modello / Versione MY Potenza Prezzo
Land Rover Discovery 2.0 TD4 Ingenium 180 cv S MY 2017 180 Cv / 132 Kw 52.700 €
Land Rover Discovery 2.0 TD4 Ingenium 180 cv SE MY 2017 180 Cv / 132 Kw 55.200 €
Land Rover Discovery 2.0 TD4 Ingenium 240 cv S MY 2017 240 Cv / 177 Kw 56.700 €
Land Rover Discovery 2.0 TD4 Ingenium 240 cv SE MY 2017 240 Cv / 177 Kw 59.200 €
Land Rover Discovery 3.0 Si6 SE MY 2017 340 Cv / 250 Kw 61.300 €
Land Rover Discovery 3.0 TD6 SE MY 2017 249 Cv / 183 Kw 61.300 €
Land Rover Discovery 2.0 TD4 Ingenium 180 cv HSE MY 2017 180 Cv / 132 Kw 63.800 €
Land Rover Discovery 2.0 TD4 Ingenium 240 cv HSE MY 2017 240 Cv / 177 Kw 67.800 €
Land Rover Discovery 3.0 TD6 HSE MY 2017 249 Cv / 183 Kw 69.900 €
Land Rover Discovery 3.0 Si6 HSE MY 2017 340 Cv / 250 Kw 69.900 €
Land Rover Discovery 2.0 TD4 Ingenium 180 cv HSE Luxury MY 2017 180 Cv / 132 Kw 70.400 €
Land Rover Discovery 2.0 TD4 Ingenium 240 cv HSE Luxury MY 2017 240 Cv / 177 Kw 74.400 €
Land Rover Discovery 3.0 TD6 HSE Luxury MY 2017 249 Cv / 183 Kw 76.500 €
Land Rover Discovery 3.0 Si6 HSE Luxury MY 2017 340 Cv / 250 Kw 76.500 €
Land Rover Discovery 3.0 TD6 First Edition MY 2017 249 Cv / 183 Kw 85.900 €
Salone di Ginevra 2017
Range Rover Velar, la nuova suvcoupé inglese

In mostra a Ginevra, la suvcoupé inglese si può già pre-ordinare. Prezzi da 58.800 euro

1 38 0
Salone di Parigi 2016 | Interviste
Daniele Maver, Presidente e Amministratore Delegato di Jaguar Land Rover Italia
Land Rover Discovery: come si rinnova un grande classico

Nell'epoca dei SUV, Land Rover Discovery si rinnova senza perdere l'identità

1 3 0
Back To Top