Autore:
Marco Rocca

DI SECONDA MANO Di solito proviamo auto nuove, appena uscite di fabbrica. Ora, invece, abbiamo deciso di provare anche auto con circa 100.000 chilometri sul groppone per verificarne lo stato d'usura e di conservazione. La vernice sarà ancora brillante? E le plastiche interne? Per non parlare della pelle dei sedili o della corona del volante. Sarà tutta screpolata? E sotto il cofano? Quali insidie si nasconderanno? 

TUTTI I SEGRETI A tutte queste domande e non solo, abbiamo provato a dare una risposta in questo format: Check up Usato. Grazie all'aiuto del nostro Used Car Specialist Andrea e del Gruppo AutoTorino vi sveleremo tutto quello che c'è da sapere sull'affidabilità delle auto con tanti chilometri. 

SOTTO LA LENTE L'ultima a finire sotto la lente d'ingradimanto di Check-Up Usato è stata una Jeep Renegade, la SUV più amata dagli italiani. Sotto il cofano il 1.6 diesel Multijet da 120 cavalli con cambio manuale a 6 marce e trazione anteriore. Classe Maggio 2015, questa Jeep Renagade ha percorso circa 103.000 km e noi siamo andati a vedere come è messa, fuori e dentro.

CARROZZERIA OK Iniaziamo come sempre dall'esterno. L'arancione (che personalmente trovo azzeccatissimo sulla Renagade) è ancora molto brillante, zero graffi da lavaggio, così come quelli dovuti all'utilizzo solitamente concentrati vicino le maniglie delle portiere. Buona anche la resa delle parti in plastica che corrono lungo la corrozzeria per nulla opache. L'unico appunto va un disallineamento delle plastiche del passaruota posteriore destro ma nulla di grave. Insomma non ci sono "danni" di sorta, pollice in su per la Jeep italiana. 

IL POMELLO SI CONSUMA Ora passiamo in rassegna gli interni della Jeep Renegade. Anche in questo caso la resa nel tempo è stato ottimale. Le plastiche rigide delle portiere, per esempio, risultano solide. Così come i rievestimenti dei sedili, in tessuto in questo caso. I fianchetti sono intatti, stessa cosa dicasi per l'imbottitura. Qualche segno del tempo lo mostra il volante, appena più lucido rispetto al nuovo. Non mi è piaciuta, invece, la resa del pomello del cambio che ha perso la verniciatura color alluminio.

OCCHIO AL CLIMA Già che siamo dentro, sono da segnalare possibili avarie al climatizzatore che potrebbe non soffiare più aria fredda nonostante l'auto sia ancora nuova. Nel migliore dei casi basta sostituire il gas refrigerante per ovviare al problema, alla peggio va cambiato il compressore. 

QUEL BENEDETTO FAP Al volante ritrovo la Renegade che ho provato durante la presentazione stampa di qualche tempo fa. L'auto è come nuova e non mostra nessun particolare difetto. Non avverto scricchiolii e il motore risponde bene senza essere troppo rumoroso. Da buona diesel, però, potreste vedere illuminarsi nel cruscotto la famosa spia "avaria motore". La causa potrebbe essere un'anomalia della EGR (valvola di ricircolo dei gas di scarico) o del FAP (filtro antiparticolato)

COS'ALTRO C'E' DA SAPERE? Volete sapere altro sulla Jeep Renegade? A onor del vero, essendo così nuova la casistica è ancora in fase di sviluppo. Ad ogni modo il nostro buon Andrea ha svelato chicche interessanti. Clicca play sul video in basso. 


TAGS: jeep affidabilità auto jeep renegade prova usato check up usato