Autore:
Luca Cereda

L'auto da famiglia? Oggi più che mai, è il SUV. E il formato – famiglia – più apprezzato non è più l'extralarge ma quello medio. Anche tra i modelli premium, che ultimamente hanno visto fiorire nuove proposte come Alfa Romeo Stelvio o la nuova Volvo XC60. Tutte rivali della nuova Audi Q5, sulla quale, come sempre, ci avete tempestato con le vostre domande.

Ci sta in garage?
Se avevate già una Q5 sicuramente sì perché con la nuova generazione il SUV di Audi è cresciuto di soli 3 centimetri in lunghezza, diventando appena un centimetro più alta e larga. In ogni caso, prendete nota delle misure: è lunga 4 metri e 66 cm, larga 1 e 89 – che diventano 2 e 14 con gli specchietti - e alta 1 e 66.

Quanto cambia rispetto alla vecchia?
Più di quel che sembra, a partire dallo stile. Se ci fate caso, al posteriore la carrozzeria della Q5 si è abbassata, un po' come sulla sorellona Audi Q7. La nervatura che attraversa la fiancata ora è continua e anche la griglia single frame è stata rivista, insieme al disegno della fanaleria. E le maniglie posteriori si aprono così...E poi: pesa 90 kg in meno, ha il Virtual Cockpit, la strumentazione digitale configurabile, si connette a internet con l'hotspot wifi ma ci sono anche novità tecnologiche che riguardano la guida. Oltre ai vari dispositivi di sicurezza attiva da guida semiautonoma, troviamo la trazione integrale ultra e le sospensioni ad aria.

E' spaziosa?
Viaggiare in quattro è consigliabile se i passeggeri sono adulti (mostrare i limiti del posto centrale posteriore) per i limiti del posto centrale. La Q5 però va incontro bene alle esigenze di una famiglia media quanto a spazio, tanto in seconda fila quanto nel bagagliaio, che è aumentato di 10 litri per un totale di 550 litri. Un buon valore, ma non è un bagagliaio da trasloco, quello della Q5, che tra gli optional offre pure il divanetto scorrevole (12 cm) per guadagnare un'altra sessantina di litri per le valigie.

Ma quanto mi costano gli accessori?
Facciamo qualche esempio. Vi piacciono questi inserti in frassino grigio marrone naturale? Fanno 255 euro, da aggiungere al pacchetto Audi Design Selection da 2.390 euro con cui si comprano i bei cerchi da 19'', i listelli sottoporta in alluminio, questo specifico volante, e altro ancora. Sedili anteriori sportivi? 400 euro + 600 per il rivestimento in Alcantara e pelle. E quel bel blu navarra della carrozzeria? Altri 1.070 euro. Passiamo alla tecnologia? Che dire di questi bellissimi fari a matrice di LED anteriori e posteriori con frecce dinamiche? Nulla, ma sono altri 2.280 euro. L'impianto Bang&Olufsen 3D Soundsystem? 1.370 euro.  E l'Audi phone box con ricarica wireless? Altri 400 e rotti euro, senza che questo vi regali una presa USB nella zona passeggeri posteriore. E il virual cockpit e il navigatore? Anche questi si pagano a parte, a prescindere dall'allestimento. Insomma la nuova Audi Q5 può essere molto lussuosa, molto confortevole e altamente tecnologica. Ma tutto ha un prezzo, come sempre accade con marchi premium. Soprattutto tedeschi.  

Il monitor è touchscreen?
No, anche se il sistema di navigazione è il plus con MMI Touch, il più completo. Touch però non significa che possiamo toccare lo schermo con i polpastrelli per comandare le funzioni. Ma che per alcune funzioni, ad esempio inserire il punto di arrivo sul navigatore, possiamo utilizzare questo pannello a sfioramento al posto del pomellone. E' una precisa scelta filosofica, quella di Audi, di mantenere solo comandi fisici e controller. Anche se in certe situazioni verrebbe più istintivo portare la mano allo schermo. Comunque, il sistema di infotainment che vedete qui, in questa configurazione e con questo schermo è un optional da 3.385 euro.

E' sportiva da guidare?
Il telaio è sano e con il 2.0 turbodiesel da 190 volendo si va anche forte. Nella guida, quindi, viene naturale chiedere qualcosa di più di quello che normalmente chiederemmo a un SUV anche se la Q5 mi è parsa meno affilata di altri suv che hanno, anche nel design, una caratterizzazione più sportiva. La Stelvio, ad esempio. L'Audi Q5 è molto piacevole da guidare soprattutto per l'equilibrio raggiunto nel mix. Lo sterzo è sufficientemente diretto, l'assetto non troppo rigido, lo smorzamento sempre efficace, il motore molto rotondo e non troppo assetato viste le potenze in gioco. Il tutto si sublima se optate per le sospensioni pneumatiche adattive (altri 2.300 e rotti euro) e magari anche per lo sterzo dinamico.

Posso portarla in fuoristrada?
Il vestito paludato e il costo dei ricambi sconsiglierebbero di impegnare la Q5 su terreni infidi. Tuttavia, la Q5 può contare sulla trazione integrale quattro che la rende più versatile su fango e neve. E sempre se dotata di sospensioni ad aria, la Q5 si solleva da terra di qualche centimetro mettendo una luce a terra di 22 cm nei due settaggi di guida più fuoristradistici. Quelli a cui ricorrere assolutamente quando si attraversa una sentiero non battuto. Il fuoristrada estremo, invece, per me non è da prendere in considerazione.

C'è anche ibrida? (oppure: quale versione scegliere?)
Per ora no, ma arriverà una Q5 ibrida plug-in (dire quando). Oggi come oggi la scelta è fra motori quattro cilindri turbodiesel da 150, 163 o 190 cv o benzina da 252 cv. La Q5 c'è anche con la sola trazione anteriore e motorie diesel da 150 cv: costa meno, parte da 43.000 euro ma impone di rinunciare al cambio doppia frizione S-Tronic a 7 rapporti. Un peccato, a mio avviso.

Che cos'è la trazione integrale quattro ultra?
La trazione integrale quattro con tecnologia ultra è una versione dell'integrale di Audi capace di leggere quando serve o meno inviare coppia anche alle ruote posteriori. Lo fa in maniera predittiva, quindi prima del momento del bisogno, quando ne intuisce la necessità, preservando così la sicurezza di marcia. Quando invece non serve, lascia lavorare solo le ruote anteriori. In questo modo, secondo Audi, si risparmiano 0,3 litri di carburante ogni 100 km. 

E' fabbricata in Europa?
No, la nuova Q5 viene prodotta in Messico, a San José Chiapa. E da lì esportata nei mercati europei, ma anche americani, insomma tutti i mercati della Q5 tranne quelli del sud-est asiatico.


TAGS: audi audi q5 video audi video audi q5