Prova video
Toyota Yaris 2017: bella la verniciatura bicolore

Toyota Yaris 2017:
prova, dotazioni, prezzi

La nuova Toyota Yaris 2017 guadagna aiuti elettronici di serie per tutte le versioni e una guida più raffinata

1 29 0
Autore:
Emanuele Colombo

CAMBIO AL VERTICE Squadra che vince non si cambia? Non è la filosofia di Toyota, che proprio quando la sua Yaris a fine 2016 tocca il massimo storico, con un 6,5 per cento di share nel mercato europeo, pensa bene di proporre un modello nuovo, la Toyota Yaris 2017. A vederla sembra solo un facelift, ma è difficile inquadrarla come tale, visto che sono oltre 900 le componenti inedite.

MADE IN EUROPE La direzione del progetto è stata affidata a Toyota Europe, vista la rilevanza che hanno le auto del segmento B nel vecchio continente, e per la prima volta gli affinamenti decisi in Europa verranno adottati anche sulla Toyota Vitz: la sorella della Yaris per il mercato giapponese che viene costruita direttamente in Giappone.

CHE COSA È CAMBIATO Gli aggiornamenti avevano lo scopo di migliorare il design, le prestazioni e la sicurezza. A guardarla, la nuova Yaris ha un design equilibrato e interessante, con modanature laterali che danno slancio e dinamismo senza inquinare la solita silhouette, che conserva le simpatiche rotondità tipiche del modello. Muso e coda sono le porzioni che hanno ricevuto i maggiori cambiamenti, per dare all'auto una presenza più importante, ma anche qui c'è bisogno di un confronto all'americana per notare le differenze.

ABITABILITÀ AL TOP Lasciando da parte i confronti, la nuova Yaris è lunga 3,95 metri, ha un bagagliaio di 286 dm3 di capacità e un'abitabilità veramente notevole: seduto dietro al posto di guida regolato per un adulto normopeso di un metro e settantotto (il sottoscritto), ho misurato una quindicina di centimetri abbondanti tra le ginocchia e lo schienale anteriore.

INTERNI MINIMAL Gli interni sono votati alla praticità, con materiali di buona qualità, anche se lontani dalle logiche dei modelli premium all'europea. Parte della plancia è rivestita da una porzione soft touch e le plastiche hanno una buona consistenza. Lo spessore delle stesse, in molti punti, è davvero contenuto: non è certo un vantaggio per la qualità percepita, va detto, ma questa soluzione contribuisce a contenere il peso e con esso i consumi.

DOTAZIONE COMPLETA Sulle finiture si nota qualche disattenzione: gli ancoraggi dei sedili anteriori sono in vista e la vaschetta portaoggetti tra i sedili abbraccia il montante centrale della plancia lasciando un po' di luce da entrambi i lati. Ma la piccola Toyota ha sempre puntato più sulla concretezza che su certi dettagli e la nuova generazione si riscatta con una dotazione completa per quanto riguarda le funzioni elettroniche di assistenza alla guida.

DI SERIE PER TUTTE Su tutti gli allestimenti troviamo infatti il pacchetto Toyota Safety Sense, che prevede la frenata automatica (Pre-Crash con Autonomous Emergency Braking); gli abbaglianti Automatic High Beam, che si attenuano da soli quando rilevano le luci di altri veicoli, e infine il Lane Departure Alert, che avvisa se usciamo di corsia senza creare fastidiose interferenze sulla rotazione del volante, come invece fanno altri sistemi. I livelli di allestimento superiori a quello base hanno poi di serie anche il Road Sign Assist, che legge i cartelli stradali e li riporta nel quadro strumenti, per non perdersi nemmeno un limite di velocità.

L'UNICA FULL HYBRID Quanto ai motori, la gamma Yaris è l’unica nel segmento B a comprendere una variante Full Hybrid, che oggi in Europa raccoglie circa il 42 per cento delle preferenze. La motorizzazione 1.5 VVT-I Hybrid a 4 cilindri da 100 cavalli e 111 Nm (frutto dell'accoppiamento tra un motore a benzina a ciclo Atkinson e uno elettrico) permette di raggiungere i 165 km/h di velocità massima e i 100 km/h da fermi in 11,8 secondi. Il consumo medio dichiarato è di 3,3 l/100 km.

LA PIÙ PIMPANTE Il motore più pimpante, stando ai dati dichiarati, è il 1.5 a benzina Dual VVT-IE a 4 cilindri aspirato da 111 cavalli e 136 Nm, che per l'Italia sarà disponibile solo in abbinamento con il cambio manuale. Le prestazioni? Raggiunge i 175 km/h e scatta da 0 a 100 km/h in 11 secondi. La particolarità è che, come l'unità a benzina montata nella Yaris Hybrid, anche questo “millecinque” sfrutta la fasatura variabile delle valvole per emulare il ciclo Atkinson quando non serve la massima ripresa, così da ottimizzare i consumi, che secondo Toyota si attestano in media su 4,6 l/100 km. 

PER CHI HA IL PIEDE LEGGERO Per i più tranquilli al volante, infine, c'è anche il motore 1.0 VVT-I a 3 cilindri da 69 cavalli e 95 Nm, anch'esso aspirato, che permette di raggiungere i 155 km/h, scatta da 0 a 100 km/h in 15,3 secondi e ha un consumo medio dichiarato di 4,1 l/100 km. Completano la gamma i propulsori diesel già noti.

POTERE AI PICCOLI Comincio le prove dalla 1.0 da 69 cavalli, che con i suoi 3 cilindri rischia di avere una sonorità un po' ruvida, ma bastano pochi metri per capire che i miei timori sono infondati. L'insonorizzazione curata rende il rumore ovattato e per nulla sgradevole. Mi godo la possibilità di guidare con un filo di gas, potendo contare su una risposta comunque pronta del motore.

PERFETTA PER LA CITTÀ I freni sono pronti e incisivi, il cambio a 5 marce è preciso e scorrevole, lo sterzo ben calibrato e dal feeling piuttosto naturale. Si guida bene questa Yaris. Ovviamente il motore, essendo aspirato, non è un fulmine in ripresa e in autostrada ha un po' il fiato corto. A 130 chilometri l'ora è stabile sui 4.000 giri, un regime un po' elevato che condiziona negativamente i consumi: circa 6 litri per 100 chilometri, secondo il computer di bordo, nel corso del mio giro di prova.

LA SORELLA MAGGIORE Passo alla 1.5 da 110 cavalli, su cui trovo freni ancora più pronti (fin troppo, per i miei gusti) e un cambio a 6 marce dalla corsa corta e dal feeling quasi sportivo. La ripresa è migliore e ci metto poco a capire che con questa motorizzazione la Yaris è un'auto che si adatta benissimo a qualunque tipo di impiego. Addirittura potrebbe essere un'alternativa ai modelli del segmento superiore, vista la notevole abitabilità.

CICLO VARIABILE Alla guida il passaggio dal funzionamento a ciclo Otto al funzionamento a ciclo Atkinson non si sente e non c'è da stupirsi, visto che il tutto è gestito attraverso la fasatura variabile delle valvole che, in modo meno estremo, ritroviamo sulla maggior parte delle auto moderne. I consumi però confermano che l'abbinamento tra la Yaris e questo millecinque è ben riuscito: cercando di riprodurre il percorso di prova fatto con la mille, con il medesimo stile di guida, è la sorella maggiore a bere meno, con un vantaggio di circa... un bicchiere di verde (0,2 litri) ogni cento chilometri.

MISS 60 PER CENTO Concludo la prova sulla Yaris Hybrid, con cui Toyota Italia conta di raggiungere il 60 per cento delle vendite. Il restyling porta con sé alcuni interventi per rendere questa motorizzazione più silenziosa: una migliorata insonorizzazione, nuovi supporti motore, nuovi alberi a camme, ma anche nuove barre di torsione e un nuovo sottotelaio. Risultato, la Yaris ibrida è effettivamente più silenziosa, anche se rimane il caratteristico effetto scooter in ripresa, con il motore che sale di giri molto più alla svelta di quanto l'auto acceleri.

THE WINNER IS... Rimane anche la caratteristica risposta dell'acceleratore, fatto per promuovere uno stile di guida regolare e virtuoso ai fini dei consumi, contrastando le accelerazioni brusche. Di fatto la Yaris ibrida è un'auto che aiuta chiunque a consumare poco e i risultati si vedono: il computer di bordo, nel nostro giro di prova, calcola un vantaggio di 0,7 litri ogni cento chilometri rispetto alla 1.5 e addirittura 0,9 litri rispetto alla 1.0. Un vantaggio al distributore che si paga al  momento dell'acquisto, visto che  i prezzi partono da 14.350 euro per la 1.0; da 17.200 euro per la 1.5 e da 19.400 euro per la ibrida. Come dicevamo, però, Toyota intende spingere l'acceleratore sulla Hybrid e in aprile e maggio 2017 la offre in promozione a 14.950 euro a fronte della permuta (rottamazione) del vostro usato.


TAGS: versioni allestimenti prezzi test drive prova su strada caratteristiche Toyota Yaris 2017 toyota yaris hybrid 2017 nuova toyota yaris ibrida nuova toyota yaris benzina

Modello / Versione MY Potenza Prezzo
Toyota Yaris 1.0 Cool 3p. MY 2017 69 Cv / 51 Kw 14.250 €
Toyota Yaris 1.0 Cool 5p. MY 2017 69 Cv / 51 Kw 14.950 €
Toyota Yaris 1.0 Active 5p. MY 2017 69 Cv / 51 Kw 16.200 €
Toyota Yaris 1.5 Active 5p. MY 2017 111 Cv / 82 Kw 17.200 €
Toyota Yaris 1.0 Lounge 5p. MY 2017 69 Cv / 51 Kw 17.700 €
Toyota Yaris 1.4 D-4D Cool 5p. MY 2017 90 Cv / 66 Kw 18.000 €
Toyota Yaris 1.5 Lounge 5p. MY 2017 111 Cv / 82 Kw 18.700 €
Toyota Yaris 1.4 D-4D Active 5p. MY 2017 90 Cv / 66 Kw 19.250 €
Toyota Yaris 1.5 Hybrid Cool 5p. MY 2017 100 Cv / 74 Kw 19.400 €
Toyota Yaris 1.5 Hybrid Active 5p. MY 2017 100 Cv / 74 Kw 20.650 €
Toyota Yaris 1.4 D-4D Lounge 5p. MY 2017 90 Cv / 66 Kw 20.750 €
Toyota Yaris 1.5 Hybrid Blue Trend 5p. MY 2017 100 Cv / 74 Kw 22.150 €
Toyota Yaris 1.5 Hybrid Style 5p. MY 2017 100 Cv / 74 Kw 22.150 €
3
Salone di Ginevra 2017 | Interviste
Toyota Yaris 2017: con 900 parti nuove è davvero solo un restyling?
Toyota Yaris 2017: con 900 parti nuove è davvero solo un restyling?

Toyota Yaris 2017: 900 parti nuove per il Salone di Ginevra 2017

1 1 0
3
Salone di Ginevra 2017 | Novità auto
Toyota Yaris GRMN e Hybrid: in video dal Salone di Ginevra 2017
Toyota Yaris GRMN e Hybrid: in video dal Salone di Ginevra 2017

Toyota Yaris GRMN e Hybrid: la sbombardona e l'ibrida a Ginevra 2017

1 2 0
3
Salone di Ginevra 2017
Toyota Yaris GRMN: ecco la versione da 210 cavalli
Toyota Yaris GRMN, a Ginevra con (oltre) 210 cv

Una Yaris da sparo per celebrare il ritorno di Toyota nel WRC

2 0
Back To Top