Autore:
Lorenzo Centenari

VERNISSAGE DI PRIMAVERA Si può essere degli ossi duri, ma al tempo stesso avere qualche debolezza. Tipo essere un po' vanitosi. Ssangyong Korando è ad esempio un macho in tutto e per tutto, ma al look ci tiene eccome. L'edizione 2017 del Suv coreano si prepara alla bella stagione e si aggiusta l'abito. Pochi interventi, ma indovinati. Nell'aspetto, così come al "cervello": nelle chiacchiere da bar sulla tecnologia digitale, ora anche Korando può dire la sua. Una puntatina a Rimini Fiera, sede da oggi a domenica 23 aprile di Rimini Offroad Show, per assistere alla premiere nazionale. 

APRI LE ALI Ssangyong Korando Model Year 2017, in concessionaria a partire da maggio, acquista dunque appeaL innanzitutto grazie a raffinati ritocchi al proprio volto. La griglia, per cominciare: non notate niente? In lavatrice la vecchia grata a nido d'ape, spazio ora a un disegno più moderno generato da due sottili listelli sovrapposti. La barra inferiore cromata "ad ali spiegate" trafigge il badge Ssangyong e alle proprie estremità tocca i nuovi fari diurni a Led a 11 diodi luminosi, lenti separate e alta luminosità. Nuovi anche gli anabbaglianti Xenon, i fendinebbia inferiori con indicatori di direzione integrati e gli specchietti retrovisori con luci di cortesia

ITALIA MON AMOUR Inalterata la fiancata, fatto salvo per i cerchi diamantati da 18 pollici di nuovo disegno, mentre al posteriore fanno la propria comparsa gruppi ottici a loro volta con tecnologia Led e un inedito paraurti bitono dal quale sbuca il doppio scarico cromato. Stop. Ssangyong Korando è da fuori lo stesso di prima, cioè uno sport utility di dimensioni piuttosto compatte (4,41 metri di lunghezza) e di proporzioni armoniose che centrano il bersaglio dei capricciosi gusti occidentali. Di quelli italiani in modo particolare: aprendo la cartina dell'Europa, il Belpaese è per Ssangyong il primo mercato.

KORANDO HI-TECH L'aggiornamento prosegue una volta aperta la portiera: subito balza all'occhio il nuovo quadro strumenti Super-vision in titanio con finiture argento, specchietto personalizzabile in sei colori diversi a seconda del proprio umore. I comandi sulle razze del grosso volante ergonomico sono delimitati da modanature cromate, mentre gli interni porta sono rivestiti di materiali a grana geometrica e finiture in carbonio. La plancia ospita infine alternativamente un display da 7 pollici con funzione mirroring per il collegamente dello smartphone, oppure il monitor di navigazione con software TomTom e connettività Bluetooth

TELECAMERA ANTIURTI Ma attenzione, lo schermo centrale ha un'altra funzione ancora: quella di proiettare le immagini raccolte dalla mini-telecamera anteriore, accessorio che fa il paio con la retrocamera e che risparmierà al proprietario chissà quanti graffi a cerchi e carrozzeria. Detto che in prima fila l'arredamento e l'equipaggiamento sono a prova di automobilista esigente, mi siedo sul divano posteriore: il pavimento piatto è una manna e mi fa pensare che anche in tre non serva trattenere il respiro per viaggiare comodi comodi. Anche perché tra la seduta e gli schienali anteriori hanno modo di muoversi anche i polpacci di un rugbista, mentre il posto di mezzo è imbottito a sufficienza, non il classico trespolo.

CARICA, CARICA Scendo, apro il portellone e misuro a spanne il bagagliaio: c'è spazio per due piani di valigie (486 litri di capacità), e anche l'accesso è favorito dalla bocca larga e la soglia di appoggio a raso e non eccessivamente lontana da terra. Sotto il piano di carico si celano inoltre pratiche vaschette per utensili, oggetti piccoli, o comunque oggetti che non devono muoversi o rovesciarsi. Abbattendo gli schienali dei sedili posteriori, che (dimenticavo) sono anche autoriscaldati, si ricava infine una superficie completamente piatta e un volume utile di 1.312 litri.

UN TIGRE NEL MOTORE Inalterata la gamma motori, sempre composta da un 2,2 litri turbodiesel da 178 cv e 400 Nm di coppia e un 2 litri a benzina da 149 cv e 197 Nm. Non si parla per ora di una variante a duplice alimentazione benzina/Gpl, ma immagino subentrerà presto. Trazione anteriore, oppure integrale intelligente on-demand. Quanto alla trasmissione, oltre al cambio manuale a sei rapporti esiste anche l'automatico sequenziale a 6 marce di produzione Aisin. Prezzi? Per tutto il mese di maggio, in via eccezionale il listino di Ssangyong Korando partirà da 17.950 euro, con uno sconto su tutta la gamma di 2.500 euro

L'OFFROAD E' LA MIA STRADA L'area esterna di Rimini Fiere, che in occasione di Rimini Offroad è allestita come una speciale pista a ostacoli con tanto di salite, discese, guadi e cunette, è il contesto dove assaggiare, per qualche istante almeno, le proprietà fuoristradistiche di Ssangyong Korando MY17. Ebbene, la luce a terra di 180 mm consente di attraversare anche specchi d'acqua di una discreta profondità, mentre angoli di attacco e di uscita favorevoli, associati ovviamente alla trazione integrale inseribile, sono gli attributi di uno scalatore in piena regola che si avvale tra l'altro di assistenza alle partenze in forte pendenza (HSA). Massimo senso di sicurezza, infine, anche durante la marcia su superfici a inclinazione laterale. Basterà tutto questo a fargli guadagnare simpatia tra i veterani dell'off-road? Sono pronto a scommettere di sì.


TAGS: ssangyong korando suv awd ssangyong primo contatto rimini offroad show