Prova su strada
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio: supercar travestita da SUV [VIDEO]

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio: supercar travestita da SUV [VIDEO]

L'Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio racchiude in sé le anime del SUV e della Supercar. Velocissima, divertente, ma adatta alla famiglia

1 16 0
Autore:
Marco Congiu

LA MECCANICA DELLE EMOZIONI L'Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio è la massima espressione tecnologica del primo SUV della casa di Arese. Sviluppato sul pianale Giorgio, lo stesso che utilizza la Giulia, questo sport utility si fa apprezzare per forme filanti ma decise, racchiuse in 4,68 metri di lunghezza per 1,90 di larghezza. La versione Quadrifoglio, però, si differenzia sensibilmente rispetto a quella standard, senza tuttavia snaturarne il DNA. Ma andiamo con ordine.

CATTIVA, NON CAFONA La Stelvio Quadrifoglio non ha bisogno di urlare la sua sportività. È un'auto che conquista ad un primo sguardo, con le sue prese d'aria maggiorate all'anteriore, alle quali si aggiungono sei feritoie sul cofano motore per andare a raffreddare il poderoso V6 da 2.9 litri. Splitter anteriore, minigonne, un estrattore posteriore e una doppia coppia di terminali di scarico completano un quadro estetico particolarmente gradevole alla vista. Senza eccessi, ma capace di mordere. Come si dice, un pugno di acciaio in un guanto di velluto.

STILE ITALIANO Gli interni dell'Alfa Stelvio Quadrifoglio sono un mix di sportività ed eleganza. Per prima cosa, pelle e fibra di carbonio si combinano insieme per dare all'abitacolo un look personalissimo. La fascia di carbonio che corre lungo tutta la linea di cintura è ben inserita nel contesto, racchiudendo il display del sistema di infotainment. Il cruscotto presenta elementi digitali, come il monitor centrale dal quale ricaviamo tutte le informazioni necessarie, ad altri analogici, come i cannocchiali di contagiri e tachimetro. Il volante, piccolo e ben sagomato, porta in dote carbonio nella parte bassa e Alcantare al vertice, con il pulsante dell'accensione nel lato sinistro che chiede solo di essere premuto. I sedili sono morbii e avvolgenti, rivestiti di pelle e Alcantara, mentre dietro c'è spazio per tre occupanti se non fuori stazza. Buona anche la capacità di carico di 525 litri, in linea con quanto offerto dal segmento.

MOTORE: ESAGERARE La Stelvio quadrifoglio utilizza lo stesso, fantastico V6 da 2.9 litri derivato dalla Ferrari California, capace di erogare 510 CV di potenza a 6.500 g/min e 600 Nm di coppia. Con questi valori, il SUV del biscione scatta da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi, prima di toccare una velocità massima di 283 km/h. Best in class, come ci tengono a ripetere da Alfa.

VOGLIO PROVARLA Prima di fiondarmi al volante della Stelvio Quadrifoglio, mi rinfresco la memoria con la Stelvio spinta dal benzina da 280 CV. Non male, davvero! Se le premesse sono queste, chissà la versione ipevitaminizzata...

LUPO TRAVESTITO DA AGNELLO Provare la Stelvio sul passo alpino sarebbe stato abbastanza banale. Per stupirci, gli uomini e le donne di Alfa Romeo ci hanno portato negli Emirati Arabi, sulla Jebel Jais, una montagna che arriva fn quasi a quota 2.000 nel principato di Ras Al Khaimah. Perché? Semplicemente, perché la strada che porta in vetta è soprannominata lo Stelvio degli Emirati. Il colpo d'occhio è totale, la voglia di lanciarsi tra i tornanti su questa Alfona è tremenda. Recupero un mazzo di chiavi e via!

CONOSCIUTA DA SEMPRE Le prime impressioni che regala la Stelvio Quadrifglio sono quelle di un'auto sincera, comunicativa, che sembra di aver guidato quasi da sempre. Lo sterzo è diretto, direttissimo. Entra in curva con una precisione da vera sportiva, più che da SUV, lasciandomi quasi senza parole. Il sistema sospensivo lavora molto bene: è un sistema adattivo sviluppato da Alfa Romeo, il cui compito è quello di andare a smorzare quanto più possibile rollii e beccheggi, lasciando a chi guida la possibilità di godersi tutto il divertimento possibile.

GRAN CONFORT I sedili della mia Stelvio Quadrifoglio sono un guscio di carbonio, come quelli delle auto da corsa. Li trovo perfetti per i miei gusti: la regolazione è manuale ed elettrica, ed ovviamente lo schienale è fisso. La zona lombare è ben avvolta ed incassata, così come le spalle. Anche nelle curve più allegre, non si scivola mai. Solo chi ha già qualche problemino di schiena potrebbe storcere il naso, preferendo i sedili standard a questo optional.

CHE SPINTA È sufficiente una leggera pressione sul pedale del gas per svegliare i 510 CV della Stelvio Quadrifoglio. Il motore è dannatamente fluido, senza improvvisi picchi di potenza. I 600 Nm di coppia spingono che è un piacere, mentre la trazione Q4 di Alfa Romeo lavora bene: di base, il 100% della motricità è garantita all'asse posteriore, per il massimo del divertimento di guida, ma in caso di necessità il sistema è in grado di indirizzare fino al 50% della trazione anche all'avantreno, per aiutarci ad uscire dai guai e, in abbinata al Torque Vectoring, per farci uscire dalle curve alla velocità della luce. A completare il quadro troviamo il cambio automatico ad otto rapporti con convertitore di coppia marchiato ZF, forse una delle migliori unità attualmente in commercio. I paddle in alluminio ricavato dal pieno e solidali al piantone dello sterzo, poi, sono un inno allo smanettamento.

DNA ALFA Il selettore della modalità di guida, Alfa DNA, racchiude in sé 4 tipologie: race, dove sono disattivati tutti i controlli e gli scarichi si aprono per il massimo della goduria, dynamic, che offre il giusto compromesso tra chi non vuole eccedere ma vuole ugualmente divertirsi, neutral e advanced efficiency. Quest'ultimo è tecnicamente molto interessante, in quanto è in grado di disattivare alternatamente una bancata del motore V6 per ridurre consumi ed inquinamento, il tutto senza sacrificare il piacere di guida.

INFOTAINMENT La Stelvio Quadrifoglio utilizza un sistema di infotainment sviluppato da Magneti Marelli, che finalmente implementa funzionalità come Android Auto ed Apple CarPlay, immancabili per una vettura moderna. Il navigatore, invece, è incerto in qualche situazione, non fornendo indicazioni sempre impeccabili.

IL PREZZO DELL'EMOZIONE L'Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio parte da un listino di 95.000 euro, fino ad arrivare ai 115.000 se si vogliono spuntare tutti gli optional del catalogo, tra cui i validissimi freni carboceramici marchiati Brembo. È un prezzo che colloca il SUV del biscione contro rivali del calibro di Mercedes-AMG GLC 63 S e Porsche Macan Turbo dotata di Performance Pack. Volutamente, ho lasciato una delle chicche più importanti alla fine. Se vi dicessi che la Stelvio Quadrifoglio ha girato in 7'51''700 sulla leggendaria Nurburgring Nordschleife mettendosi dietro rivali del calibro della Lamborghini Gallardo, voi cosa fareste se doveste valutare l'acquisto di un SUV di medie dimensioni dannatamente prestazionale?


TAGS: Alfa Romeo Stelvio alfa romeo stelvio quadrifoglio

Modello / Versione MY Potenza Prezzo
Alfa Romeo Stelvio 2.2 Turbo AT8 RWD Business MY 2017 180 Cv / 133 Kw 47.300 €
Alfa Romeo Stelvio 2.2 Turbo AT8 RWD Super MY 2017 180 Cv / 133 Kw 47.750 €
Alfa Romeo Stelvio 2.0 Turbo AT8 Q4 Super 200 cv MY 2017 200 Cv / 148 Kw 50.250 €
Alfa Romeo Stelvio 2.2 Turbo AT8 RWD Executive MY 2017 180 Cv / 133 Kw 50.500 €
Alfa Romeo Stelvio 2.2 Turbo AT8 Q4 Business MY 2017 210 Cv / 154 Kw 50.800 €
Alfa Romeo Stelvio 2.2 Turbo AT8 Q4 Super MY 2017 210 Cv / 154 Kw 51.250 €
Alfa Romeo Stelvio 2.0 Turbo AT8 Q4 Super MY 2017 280 Cv / 206 Kw 52.800 €
Alfa Romeo Stelvio 2.2 Turbo AT8 Q4 Executive MY 2017 210 Cv / 154 Kw 54.000 €
Alfa Romeo Stelvio 2.0 Turbo AT8 Q4 First Edition MY 2017 280 Cv / 206 Kw 57.300 €
3
auto dell'anno
Auto dell'anno 2018: ecco le finaliste, c'è la Stelvio

Ecco le sette finaliste al premio di Auto dell'Anno 2018

8 0
3
Novità auto
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

Da oggi l'Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio è ordinabile

2 0
Back To Top