Autore:
M.A. Corniche

QUALE GOMMA SCEGLIERE? Avete una sportiva o una supersportiva e vi capita di metterla alla prova anche in pista? Quale gomma scegliere? Meglio una gomma sportiva che regga bene anche un track day sotto il sole estivo o una gomma pensata per la pista ma che consenta anche di tornare a casa pure se sta diluviando? Se la supersportiva è un attrezzo come la Porsche 911 Carrera GTS la scelta raccomandata da Stoccarda cade su un bel treno di gomme Michelin, pneumatici che dal 1969 sono sviluppati in collaborazione tra Porsche e Michelin per l’omologazione N (anzi, Porsche è stata la prima Casa a chiederla). E la scelta cade tra il Michelin Pilot Sport 4S e il Pilot Sport Cup 2.

SU STRADA O SU PISTA Se utilizzate la vostra Porsche 911 Carrera GTS sempre su strada non avete dubbi: l’ultimo nato della famiglia sportiva di Michelin, il Pilot Sport 4S è la scelta. Ma se l’obiettivo è la pista allora c’è l’alternativa Pilot Sport Cup 2. Per metterli alla prova del nove, quella più dura, quella della pista cosa chiedere di meglio che il Circuito di Misano Adriatico in una caldissima giornata di luglio? Un bel circuito dove mettere alla prova tenuta e resistenza al calore sulle curve più strette come il Carro e il Rio e dove provare anche velocità e staccate ampiamente oltre i 200 nei passaggi veloci.

INTEGRALE O POSTERIORE? Un bel banco di prova anche per la Porsche Carrera 911 GTS, l’anello non più mancante tra le 911 stradali e la sportiva stradale Porsche 911 GT3. Qualche informazione al volo se non volete subito andare a leggere e vedere la prova di Marco della 911 GTS. I cavalli sono 450 con 550 Nm di coppia tra 2.150 e 5000 giri, assetto ribassato di 20 mm, carreggiata più larga di 44 mm anche per la versione a trazione posteriore. A disposizione per la prova ci sono la 911 Carrera GTS e la 911 Carrera 4 GTS. Qual è la più efficace e veloce in pista secondo voi, la più pura 911 a trazione posteriore o la 911 a trazione integrale? Continuate a leggere…

COME SONO FATTI Veniamo ora alle gomme. Le Michelin Pilot Sport 4S le ho già provate sul circuito di Valencia con auto sportive ma non così sportive. Nel corso di quella prova abbiamo verificato con diversi esercizi i primati, certificati TUV, del Pilot Sport 4S: frenata su asciutto e bagnato e tempo sul giro. Primati, dichiara Michelin, dovuti alla sua mescola bicomponente (da asciutto all’esterno e da bagnato all’interno), alla sua carcassa ibrida in Aramide (5 volte più resistente dell’acciaio) e nylon (che si ritira scaldandosi) e all’esperienza maturata sui circuiti di tutto il mondo, specie con l’esperienza nel WEC. Il Michelin Pilot Sport Cup 2 utilizza anch’esso Aramide per la cintura e una mescola bicomponente, all’esterno ideale per il massimo grip e all’interno più rigida per guidabilità e precisione, e nasce negli stessi impianti che producono gli pneumatici per le competizioni.

LA PROVA DEL NOVE Ok, è il momento della pista. La mattinata è dedicata a girare con il Michelin Pilot Sport 4S. Ho a disposizione tre turni, parto con la Porsche 911 Carrera 4 GTS, salto a bordo della Carrera GTS e poi ritorno sulla Carrera 4 GTS. La giornata è caldissima, un bel banco di prova per una gomma che deve fare un po’ di tutto, da portarvi nel casa-ufficio o nella gita con il solleone o sotto il diluvio ma che sa anche resistere a un track day. E senza consumarsi come una gomma da cancellare. Quella di oggi è forse la condizione più stressante per una gomma sportiva tuttofare.

CON LA 2 VADO PIU' FORTE Nel primo turno assaggio auto, gomme e pista. È da un po’ che non giro a Misano e non ricordo bene i trucchi per tutte le curve. Al secondo turno, con la Porsche 911 Carrera GTS, sono pronto a cercare i limiti. E con la 911 più pura, quella a trazione posteriore, mi viene anche meglio. È più leggera sulla bilancia rispetto alla 911 integrale ma tra i cordoli i 45 kg di differenza sembrano molti di più. È più precisa, l’avantreno è facile da inserire dove e come voglio e si aggrappa alla traiettoria senza mollare mai la presa prestandosi a fare da perno sicuro per far scivolare verso l’esterno la coda quando sto troppo sul freno in curva o quando do troppo gas e troppo presto. Merito della 911 ma anche della Michelin Pilot Sport 4S se queste reazioni sono facili da controllare anche a velocità a tre cifre, ed è anche divertente. Non una guida efficace il più delle volte, ma divertente. Torno sulla 911 Carrera 4 GTS e mi trovo a guidare meno preciso, meno efficace nell’impostare e percorrere le curve. La Carrera 4 è ideale come auto tuttofare, per affrontare nevicate improvvise e diluvi ma in pista la Carrera 2 è la 911 da scegliere, per tempi e piacere di guida.

FRESCHE COME UNA ROSA A fine mattina, dopo ore di giri in pista le Michelin Pilot Sport 4S mi sembrano ancora come al primo giro, mi consentono di avere un ottimo controllo, non cedono anche nelle staccate più violente e nelle staccate non proprio diritte come quella del Carro per esempio. E non mostrano lo stress in pista nemmeno guardando il battistrada, pronte ad accompagnarci nel casa ufficio del lunedì mattina dopo la domenica in pista per il track day.

SPORT CUP 2 QUASI SLICK Le Michelin Pilot Sport Cup 2 sono più vicine a gomme slick: hanno meno battistrada, una scolpitura del battistrada con più gomma a terra e una indole più pistaiola. I turni a disposizione sono due e parto con la Posrche 911 Carrera GTS. Mi rendo conto che raggiungo velocità più elevate, arrivo a 200 alla staccata della Quercia quando con il Pilot Sport 4S a 180. Tiene di più, non c’è dubbio, percorro le curve a velocità più elevate e l’avantreno preciso della 911 GTS è ancora più preciso e granitico nel seguire la traiettoria. Qualche errore mi capita ancora e mi rendo conto che le Michelin Sport Cup 2 mi danno tanto se guido bene, se sono preciso ma perdonano un poco meno gli errori, sono più dirette e nervose delle Pilot Sport 4S, anche se, in assoluto, hanno sempre reazioni molto, molto progressive. Mi aspetto che il Pilot Sport Cup 2 sia una ottima gomma anche per l’uso stradale che richiede più attenzione quando la strada diventa bagnata o allagata a causa del battistrada meno scolpito e meno propenso a tagliare il film di acqua sulla strada e a espellerlo in fretta.    


TAGS: porsche michelin porsche 911 carrera gts michelin sport 4S