Autore:
M.A. Corniche

AGUZZATE LA VISTA Per scovare le novità estetiche della Mazda 3 riveduta e corretta, in vendita dal settembre 2006, è meglio allenarsi con le 27 differenze della Settimana Enigmistica. Cambia il paraurti anteriore, che integra meglio la bocca di ventilazione centrale e i nuovi fendinebbia tondi. La bocca triangolare è ora più pulita senza le pesanti barre trasversali originarie. Anche il paraurti posteriore cambia, ma giusto per integrare un incavo per inserire meglio la mano sotto il portellone e cercare la maniglia senza sporcarsi, e le luci di coda hanno cornici nere. Cambia anche il disegno dei cerchi in lega disponibili per l'intera famiglia delle Mazda 3.

ROMBOSITA' Ma se non avete l'occhio scanner e non siete più che preparatifate fatica a distinguere le due generazioni di Mazda 3. Perché, oltre a un miglioramento di qualche materiale dell'interno e la possibilità di avere ilsistema Keyless per apertura porte e accensione motore senza chiave, le vere novità si sentono più che vedersi. La taratura delle sospensioni, innanzitutto, con regolazioni differenti, parti modificate e nuovi ammortizzatori, per raddrizzare un po' le curve. E poi una insonorizzazione più curata, con nuovi pannelli sotto il cofano e sotto il tetto e altri accorgimenti per limitare la rombosità del motore e i rumori di rotolamento.

NUOVE VOCI Entrano in gamma anche due nuovi motori per venire incontro a chi non si interessa di potenze specifiche e si interessa a spendere poco per acquistare l'auto: un 1.4 a benzina da 84 cavalli e un 1.6 a gasolio da 90 che consentiranno alla nuova gamma di partire da un prezzo di 15mila euro, per arrivare a un massimo di 23mila

COME VA Della Mazda 3 presentata nel 2003 rimane l'interno spazioso e funzionale, con una bella consolle centrale provvista di comandi grandi e chiari per tutte le funzioni. Come la Mazda 5, ora anche la 3 può nascondere nella consolle centrale un disco rigido da 20 giga, per memorizzare il contenuto dei Cd di casa. La qualità percepita è decisamente buona, quanto la posizione di guida, con volante ampiamente regolabile in altezza e in profondità e sedile guida regolabile anche in altezza.

MISSING IN ACTION Alla prima presentazione della nuova Mazda 3 non è stato possibile provare i due nuovi motori che arricchiranno la dotazione del model year 2006, ma con i due propulsori più potenti già in dotazione, il duemila a benzina da 150 cavalli e il millesei a gasolio da 109 cavalli, si sono potuti mettere alla prova le migliorie comuni a tutta la gamma: entrambi potenti e fluidi quanto basta per rendere qualsiasi percorso piacevole, dal traffico alle strade tutte curve.

BOSTIK Il comfort, innanzitutto, è paragonabile a quello di una berlina medio alta: quasi nullo il rumore di rotolamento delle ruote, appena percepibile quello della meccanica, specie con il benzina munito di sei belle marce, e un fruscio aerodinamico costante e non fastidioso alle velocità vicine alla massima. Davvero eccellente. Anche le sospensioni contribuiscono a rischiare i punti patente, confortevoli nelle regolazioni ma ferme nel tenere le ruote ben attaccate all'asfalto.


TAGS: mazda 3 2006 Un anno di test: tutte le prove auto del 2006