Autore:
Alessandro Codognesi

MILANO A NATALE Chi vive in una metropoli lo sa: a Natale è tutto in gran fermento. Chi fa la corsa all’ultimo regalo, quasi dimenticato, chi diventa matto per lavoro con il risultato che a Milano, come in altre città, nei giorni più prossimi alle festività il traffico rischia di far venire un esaurimento anche a un maestro Zen. Soprattutto in centro, dove anche io mi sono dovuto cimentare per accompagnare Ilaria, lettrice selezionata nell’operazione #YpsilonSavesMyShopping, e Marsica Fossati, fashion blogger, che in questa occasione ha vestito i panni di personal shopper, una sorta di guida e consigliera esperta nell’acquisto di regali originali e non banali. Ma andiamo con ordine.

LEI Il ruolo di protagonista l’ha giocato Lancia Ypsilon ELLE. L’auto preferita dalle donne, dice Giulietta, la mia vicina di scrivania, ma non solo, aggiungo io. Perché il mix di tinte nero glitterato – cipria Glam avrà anche un gusto squisitamente femminile, ma appaga anche l’occhio del maschio alfa. Perché si intona ai colori della city, come un buon caffè di metà mattina, perché è proporzionata nelle forme, piacevole e ammiccante. Insomma, mi piace!

PREGO, MADAME Mi accomodo sul sedile di chi guida, pardon, sul sedile dell’autista in questo caso, e mi trovo bene anche con il mio metro e novanta abbondante. La posizione della Lancia Ypsilon ELLE privilegia il confort, per intendersi si ha un po’ l’impressione di essere accolto dentro l’auto piuttosto che rimanere appollaiati dietro al volante, come invece spesso accade nelle city car. C’è ricercatezza nel disegn, mi sembra di guidare un oggetto raffinato. Anche chi mi sta a fianco però non ha di che lamentarsi: Ilaria ha tutto lo spazio per muoversi, spostare la borsa, farsi una selfie… Cosa che, vista l’operazione in corso, accade abbastanza di frequente.

IN THE CITY Spazio dentro ce n’è, eccome, nella Lancia Ypsilon ELLE. Ma grazie a una strana alchimia, fuori è compatta: è facile lo slalom tra le macchine come lo scatto da un semaforo all’altro, merito anche del motore 1.3 Multijet da 95 cavalli, che dà il meglio di sé ai bassi regimi, tutto avvolto da un ambiente confortevole, grazie alle sospensioni solide ma che non scadono nel rigido. Per l’utilizzo urbano, però, mi sarebbe piaciuto un cambio più rapido: gli innesti sono lunghini, così che tra una marcia e l’altra passa qualche frazione di secondo di troppo per i miei gusti.

PIOVONO PANETTONI In compenso, il bagagliaio è a prova di gita al mare con famiglia. Non è esagerato nelle dimensioni (245 litri), ma molto razionale e ragionato nelle forme. In altre parole, anche grazie al piano di carico basso, ci si incastra bene un po’ tutto. Per esempio 50 panettoni, che abbiamo portato alla Fondazione Fratelli San Francesco d’Assisi come regalo di Natale e che abbiamo caricato senza troppi problemi Ilaria e io nella Ypsilon con i sedili posteriori abbassati.

PER LE VIE DEL CENTRO Finito con i panettoni, su i sedili e pronti con la carta di credito: è il momento di farsi trasportare dalla Ypsilon ELLE nel cuore dello shopping, per le vie del centro di Milano. A questo punto è entrata in gioco Marsica, che, nonostante il suo metro e settanta abbondante di altezza, è salita senza problemi sui sedili posteriori. E sembrava anche a suo agio: aveva tutto lo spazio per le sue lunghe gambe e si poteva districare tra cellulari, borse e pacchi regalo che aumentano sempre di più. Ypsilon è un'auto compatta ma è anche una vera cinque porte, con lo spazio e l'accesso ai posti posteriori da grande. Riusciamo a chiacchierare tranquillamente nonostante il caos che ci circonda grazie alla buona insonorizzazione della Ypsilon.

CALA IL SOLE Cala il sole su Milano, sostituito dalla nebbia. Le vetrine dei negozi si accendono di luci e luminarie natalizie, le bocche dei passanti emettono piccoli sbuffi di vapore, segno tangibile del freddo pungente. Io, Marsica e Ilaria siamo alla bandiera a scacchi, stanchi ma soddisfatti della giornata passata assieme; tra caffè ingurgitati al volo, regali curiosi e parcheggi improbabili, tutto è andato secondo i piani. E la Ypsilon ELLE ha fatto il suo dovere e anche di più: oltre a essere pratica, versatile e agile all’occorrenza, ha aggiunto il tocco di stile che altre piccole non hanno, il suo inconfondibile tocco glamour (questa passatemela, dopo un giorno con Ilaria e Marsica...).


TAGS: Tutte le prove auto del 2014