Autore:
Luca Cereda e Marco Rocca

FACCIAMO IL FOCUS La Ford Focus è una vecchia conoscenza e nel corso degli anni ha saputo rinnovarsi per tenere il passo della migliore concorrenza, tedesca in primis. La dimostrazione pratica viene dalla Focus 2015, quella di ultima generazione. I progressi si vedono e si sentono nella cura con cui è assemblato l’abitacolo, nella silenziosità in marcia, nell’efficienza dei motori, diesel o benzina che siano e da tante piccole attenzioni nella vita di tutti i giorni. Qualche esempio pratico? L’utilissimo bordino in plastica che protegge gli sportelli in caso di urto per poi scomparire una volta chiusa la porta, geniale! Senza dimenticare che, volendo, si può parcheggiare standosene comodamente con le braccia conserte sfruttando il Ford Active Park Assist di ultima generazione con funzione “Park Out Assist”. La tecnologia, quindi, è uno dei punti forti della nuova berlina dell’Ovale Blu. E se di tecnologia si parla, sulla Focus 2015 il protagonista assoluto è il Sync 2.

SUPERCAR Tu chiedi, lui fa. Chi ha in curriculum un po’ di TV anni 80/90 ricorderà Supercar, dove KITT, il cervellone di una Pontiac Firebird molto speciale, esaudiva tutti (o quasi) desideri di Michael, il suo pilota impegnato a salvare il mondo. Il KITT della Ford Focus 2015 è il Sync 2. Evoluzione del sistema d’infotainment dell’Ovale Blu, basta parlargli per dare istruzioni (dalla navigazione fino al parcheggio). Ma il Sync 2 sa anche leggere i messaggi in arrivo sul telefonino, e, in caso di emergenza, chiama i soccorsi (se collegato al telefonino via bluetooth).

UPGRADE In questa versione duepuntozero il Ford Sync ha ampliato le funzioni attivabili a voce, monta un più grande e pratico schermo touchscreen da 8’’ (purtroppo di tipo resistivo, non capacitivo) e sul navigatore mostra mappe 3D. Come molte tecnologie moderne, semplifica la vita. A patto di imparare ad usarle.

TEXT READER Far leggere al Sync 2 i messaggi, ad esempio, aiuta a non distogliere lo sguardo dalla strada. Per trasformarlo in un segretario personale occorre innanzitutto “accoppiare” il nostro telefonino al dispositivo. Una volta attivati il Bluetooth (sia del Sync, sia del telefonino) e il “viva voce” (del cell), basta toccare l’angolo sinistro superiore dello schermo, selezionare l’apposita voce del menu e seguire le istruzioni. Una volta abilitata la ricezione dei messaggi, attraverso lo schermo è possibile anche rispondere, chiamare chi ci ha messaggiati o inoltrare il messaggio stesso a un contatto inserito in rubrica, o nella cronologia.

VOICE CONTROL C’era una volta una Focus (e poi una Fiesta) tutta tempestata di pulsanti sulla plancia: a ciascuna funzione il suo tasto, più o meno. Ora la situazione è drasticamente migliorata grazie allo schermo touch, che ha incorporato molti comandi. E per tutto, o quasi, basta la parola. Vuoi lanciare una canzone al lettore Mp3 (collegato via USB)? Cita il titolo. In macchina fa troppo caldo? Dì al Sync quanti gradi vuoi e lui regola da solo la temperatura (es.: climatizzazione 20 gradi). Il nuovo Voice Control rende più semplice anche la navigazione: l’indirizzo si comunica interamente a voce (lentamente) senza procedere per gradi.  

ATTACCHI DI FAME Oltretutto, il Sync 2 avvia la navigazione in automatico anche quando, al posto di un indirizzo, gli si comunica un punto di interesse. Se invece la meta dei desideri è un ristorante, basterà dire “Ho fame” per vedersi sciorinata una lista di ristoranti nelle vicinanze: il Sync 2 è integrato alla guida Michelin, tramite la quale è possibile profilare la ricerca in base ai gusti (pesce, etnico, ecc.) e chiamare direttamente per prenotare. I comandi da pronunciare, per ciascuna funzione, sono elencati nel manuale d’istruzioni. Altrimenti guardate il nostro video (clicca sopra).


TAGS: ford focus test bluetooth prova su strada sync 2 comandi vocali prove auto 2015