Prova su strada
Ford Edge: come è fatta e come va

Ford Edge: come
è fatta e come va

4 43 0
Autore:
M.A. Corniche

AMERICANA PER L’EUROPA Originale nelle sue proporzioni quadrate e dallo stile sobrio, la Ford Edge è una SUV pensata per gli States, che viene dagli States ma che fa di tutto per trovarsi a suo agio anche in Europa. A partire dal motore a gasolio fino alle finiture interne e alla dotazione tecnologica.

FA QUADRATO Con il cofano corto, la bocca larga e le forme squadrate la Ford Edge sembra anche più corta di quanto sia in realtà, più corta dei suoi 480 cm di lunghezza massima. Lo stile è inconfondibilmente Ford, a partire proprio dalla bocca larga fino alla forma delle luci posteriori, in questo caso forse un poco troppo elaborate, troppo impegnate a mostrare che si avvalgono della tecnologia LED. Nel complesso però lo stile sobrio la fa apparire simpatica, non pretenziosa, una buona qualità per una SUV, categoria di auto che non gode di simpatie nella opinione pubblica ma che gode di molte simpatie nei numeri di vendita (qui qualcuno bara…). Dalle ultime ricerche sembra che anche ai Millennial non dispiacciano, con 1 su 4 orientati all’acquisto di una SUV tra quelli che acquisteranno un’auto il prossimo anno.

LA CONQUISTA DELLO SPAZIO Che sia lunga 480 centimetri ci si accorge però quando si entra nella Ford Edge, dove lo spazio di certo non manca. Aprendo il portellone, dotato o dotabile dell’apertura Hands Free (si passa il piede sotto al paraurti e il portellone si apre), il bagagliaio è davvero sconfinato, 602 litri ampliabili fino a 1.847, di cui colpiscono la profondità (1071cm) e la larghezza (1150 la minima). Tanto spazio la Edge lo offre anche ai suoi ospiti con le misure per spalle e gambe tra le più generose, seconde soltanto alle SUV taglia XL, quelle intorno ai cinque metri di lunghezza. In questo, la condivisione del telaio con Mondeo e, soprattutto, con S-Max la rende quasi una monovolume nello sfruttamento dello spazio.

VINCE IL PREMIUM Se vi aspettate un interno spartano american-style, la Ford Edge è pronta a stupirvi. Anche gli americani si devono essere stancati di plastiche da blister di medicinali e i costruttori d'oltre Oceano hanno capito che non possono presentarsi in Europa con plastiche croccanti e interni biecamente utilitaristici. Anche perché il listino prezzi gravita intorno ai 50.000 euro, un prezzo che la mette in concorrenza diretta con affermate, consolidate e desiderate concorrenti tedesche. Così una pelle di buona qualità riveste la corona del volante, il pomello del cambio e il bracciolo centrale, tutti i comandi, pomelli, pulsanti e maniglie sono rivestiti di materiali piacevoli al tocco e le finiture satin-metal impreziosiscono l’ambiente alla vista.

INFORMATICA Protagonista al centro della plancia di Ford Edge è lo schermo da 8 pollici touch abbinato al sistema SYNC 2 di Ford con due grandi bocchette di climatizzazione a fargli da cornice ai lati. Sulla consolle centrale protagonista è invece il grande pomello per l’accensione e il volume del sistema con, ai lati e sotto disposti a U, i comandi per la climatizzazione che, così, sembrano un po’ sparsi. Moderni e tecnologici sono gli strumenti all’ombra del cruscottino sportivo davanti al pilota. A destra, all’interno della scala fisica del tachimetro c’è un display rotondo dove scorre l’ago digitale e dedicato alle funzioni di sorveglianza attiva, mentre la scala fisica del contagiri sulla sinistra lascia spazio, nella sua forma a U, a un doppio display dedicato nello spazio all’interno del contagiri al computer di bordo, alla scelta delle impostazioni e ad altre informazioni funzionali come la ripartizione della trazione sulle quattro ruote mentre, al centro tra i due strumenti mostra le indicazioni del navigatore, delll’infotainment e del telefono. I comandi sulla razza destra del volante comandano il display centrale, quelli sulla razza sinistra comandano il display a sinistra. Easy. Originale e funzionale, l’informazione non manca.

4x4… x2 La trazione è soltanto l'integrale Intelligent All-Wheel Drive che ripartisce la spinta tra le quattro ruote alla bisogna in caso di slittamento e con la funzione torque vectoring per rendere la guida più agile, svelta e sicura. La scelta del motore cade invece su due differenti varianti del quattro cilindri a gasolio 2.0 TDCi, una turbo da 180 cavalli abbinata al cambio manuale a sei marce e una biturbo sequenziale, con una turbina piccola per avere tanta coppia a i bassi regimi e una più grande per più potenza agli alti, da 210 cavalli abbinata al cambio automatico Powershift sei marce con palette al volante. Coppia massima rispettivamente 400 e 450 Nm tra 2.000 e 2.250 giri, 200 e 211 km/h, 0-100 km/h in 9,9 e 9,4 secondi e consumo combinato dichiarato 5,8 l/100 km con i cerchi da 19 pollici, 5,9 con i cerchi da 20”.

TECNOLOGIA DI BORDO Sul fronte tecnologico la Ford Edge ha una dotazione, per lo più di serie, decisamente moderna. Di serie Edge Plus ha fari automatici antiabbagliamento (optional a LED per Titanium e Sport), telecamera posteriore, cruise control che utilizza la funzione Traffic Sign Recognition per leggere i cartelli stradali e adeguare la velocità, SYNC 2, climatizzatore automatico bi-zona, Lane Keeping Aid (che avvisa e/o tiene semi autonomamente la Edge tra le linee delle corsie monitorando anche l’attenzione e la stanchezza del guidatore), retrovisore fotocromatico e chiave personalizzabile che memorizza le preferenze di due differenti piloti. Edge Titanium, lo step successivo nel listino prezzi, aggiunge la radio DAB con 9 altoparlanti e la funzione Navigator a SYNC 2, la chiave con sistema keyless, l’Intelligent Speed Limiter, l’apertura del portellone hands free, i sensori pioggia, il parabrezza riscaldato, i sensori di posteggio anteriori e posteriori e l’Active Noise Control che, come le cuffie, emette suoni che annullano o riducono i rumori fastidiosi. Sul fronte hi-tech Edge Sport aggiunge l’impianto Sony con 12 altoparlanti e l’Adaptive Steering Wheel, che varia il rapporto di sterzo a seconda della velocità, disponibile optional anche per Titanium.

LISTINO PREZZI Puntando allo status di premium la Ford Edge ha prezzi premium. La Edge Plus 180cv costa 46.250 euro ma le vendite si concentreranno sulle Edge Titanium e Sport con prezzi che partono dai 49.250 della Edge 2.0 TDCi 180cv a cui si possono aggiungere 3.000 euro per passare al TDCi da 210 cavalli con cambio Powershift e 2.000 euro per passare alla Edge Sport, che aggiunge anche i cerchi da 20”, le sospensioni sportive e le finiture sportive, come l’estrattore aerodinamico posteriore che fa da cornice a scarichi squadrati, fino a un prezzo massimo di 53.750 euro.

UN PO' SUV, UN PO' MONOVOLUME La Ford Edge ha una presenza scenica un po’ fuori dagli schemi con le sue proporzioni a metà tra una SUV e una monovolume. Per questo si fa notare, non tanto per esagerazioni stilistiche, anche se la giga bocca anteriore è sicuramente un suo tratto distintivo. Si fa notare anche per una piacevole sensazione di qualità, dalla verniciatura brillante alle finiture e ai dettagli. A bordo letteralmente si sale per raggiungere la sua postazione di guida panoramica, 5 centimetri più alta rispetto alla S-Max da cui deriva nel telaio. Della SUV ha la seduta alta, della monovolume ha lo spazio interno, davvero abbondante per umani e bagagli.

UNA BELLA SORPRESA Premium sì, ma mi aspettavo un premium all’americana maniera, più finto che sostanza. Invece i materiali sono morbidi e solidi nell’aspetto e al tocco, lo stile è curato, i dettagli metal sono ben realizzati e anche tutto quanto è a portata di mano o di vista è pensato per gratificare polpastrelli e retine. Tutto o quasi, come i comandi per le regolazioni elettriche del sedile realizzati con una plastica dura e ballerina.

THE SOUND OF SILENCE Dove la Ford Edge è davvero Premium è il comfort acustico. Vorrei spegnere il sistema Active Noise Control per rendermi conto di quanto sia strutturalmente silenziosa e quanto invece la renda così confortevole il trucco elettronico. Credo che l’insonorizzazione sia già ben curata nell’hardware e che il software faccia il resto. Anche il motore non sembra quasi a gasolio per le minime vibrazioni che trasmette all’interno dell’abitacolo e per il rumore non fastidioso anche quando lo si strizza a dovere. Soltanto in velocità, sopra i 150/160 km/h, iniziano a sentirsi fruscii aerodinamici mai fastidiosi anche a 200 km/h (sante autobahn tedesche…). Su questo fronte ha davvero poche rivali.

PIÙ COMFORT CHE SPORT Le sospensioni arrivano in Europa con una taratura specifica, più rigida e reattiva. Quelle standard, montate da Edge Plus ed Edge Titanium, sono comunque sospensioni morbide, pensate più per il comfort che per lo slalom tra i birilli e fanno sentire nelle manovre più rapide il peso e le dimensioni della Edge. Una volta impostata la curva e messa in appoggio sulle ruote esterne la Edge si guida bene, si indirizza bene nella traiettoria più efficace senza indecisioni o un rollio difficile da gestire.

OK L'ASSETTO È GIUSTO L’assetto cambia per la Edge Sport, con i cerchi da 20”, boccole, ammortizzatori e molle più reattivi e lo sterzo attivo Adaptive Steering Wheel che diventa più o meno diretto in funzione della velocità. È l’assetto giusto per il nostro modo di guidare e adatto anche per chi ha la guida brillante e sportiva: come tutte le SUV grandi,  alte e pesanti anche la Edge preferisce una guida pulita e senza manovre brusche ma la Edge Sport si lascia guidare anche tra curve e controcurva strette senza troppe difficoltà e anche con piacere. Un po’ americano è il pedale del freno non proprio immediato nello stabilire un feeling con il pilota, poco progressivo nel dosare la frenata.

LE DIMENSIONI CONTANO I motori fanno del loro meglio, ma devono trasportare un paio di tonnellate di Ford Edge (1.913kg con cambio manuale e 1.949 con cambio Powershift a vuoto) fingendo una souplesse premium. Sono bravi nell’assolvere il loro compito ma il peso si sente, e si sente soprattutto nella versione da 180 cavalli e non soltanto per i 30 cavalli e i 50Nm in meno ma anche perché il cambio automatico Powershift fa sembrare meno faticose le marce più corte per il motore rendendo la guida più fluida. L’ottimo lavoro sul comfort acustico si sente anche sul motore che ha un buon sound moderato di sottofondo ai bassi regimi ha anche un insospettabile rombo sportivo (lo so, è quasi una bestemmia, ma ricorda un V8 educato).

DAL NUOVO MONDO CON AMORE È un bel prodotto che, si capisce, non è pensato per gli USA e adattato all’Europa ma pensato per avere le carte in regola su tutti i mercati dal primo tratto di penna. Quella giusta è la Ford Edge Sport con 210 cv, per cambio e assetto, e quel 5 davanti al prezzo può far pensare un eventuale cliente a prodotti più scontati, sì, ma anche più consolidati nel loro valore residuo e nella rivendibilità dell’usato. 


TAGS: ford prova edge

Modello / Versione MY Potenza Prezzo
Ford Edge 2.0 TDCi 180 Cv S&S AWD Plus MY 2016 180 Cv / 132 Kw 46.250 €
Ford Edge 2.0 TDCi 180 Cv S&S AWD Titanium MY 2016 180 Cv / 132 Kw 49.250 €
Ford Edge 2.0 TDCi 180 Cv S&S AWD Sport MY 2016 180 Cv / 132 Kw 51.250 €
Ford Edge 2.0 TDCi 210 Cv S&S AWD Powershift Titanium MY 2016 210 Cv / 154 Kw 51.750 €
Ford Edge 2.0 TDCi 210 Cv S&S AWD Powershift Sport MY 2016 210 Cv / 154 Kw 53.750 €
Motori
Ford EcoBlue: un nuovo 2.0 litri diesel per il Transit (e non solo)

E' più piccolo e consuma meno: a breve anche su altre Ford

1 0
Video
Ginevra 2016 - Notizie dalle Case: Ford

C'è una Vignale per tutte. E la Kuga si rifà il trucco

1 4 0
Back To Top