Prova
Audi A8 Hybrid

Audi A8 Hybrid

Due motori (TFSI+elettrico) per un totale di 245 CV e tanto comfort: l'Audi A8 Hybrid punta tutto su contenimento dei consumi ed ecocompatibilità. Senza sacrificare le prestazioni. Ad un prezzo quasi onesto: 86.700 euro. In consegna da giugno.
15 0
Autore:
Andrea Rapelli

COSCIENZE PULITE Ibrida di lusso per pulire l'ambiente e, un po', anche le coscienze dei proprietari: è l'Audi A8 Hybrid, che punta tutto sulla doppietta elettrico-benzina. Disponibile pure in versione lunga, per nababbi eco chic.

TEUTONICA IMPONENZA Da fuori, l'Audi A8 Hybrid tradisce poco l'animo verde, principalmente nei cerchi in lega da 19 pollicicon design specifico: il resto dei lineamenti è praticamente identico al resto della gamma. Con un design che non brilla per fantasia stilistica, ma soddisfa gli amanti del genere. Praticamente, quasi una A7 Sportback ingigantita.

VITASNELLA Grazie alla tecnologia Audi Space Frame, la carrozzeria della A8 Hybrid pesa solo 231 kg (10 kg in più per la L) mentre il sistema ibrido, nel suo complesso, ferma l'ago della bilancia a quota 130 kg. Tradotto, significa un risultato fuori tutto di 1.870 kg. Che ha aiutato, naturalmente, al contenimento di consumi ed emissioni: 15,9 km/litro nel ciclo combinato e 147 g/km di CO2. 

CUORE DI GOLF (GTI) Ciò detto, il piatto forte dell'Audi A8 Hybrid è senza dubbio la meccanica. Perché il sistema ibrido parallelostudiato dagli ingegneri dei Quattro Anelli mette la centro della scena il 2 litri TFSI da 211 CV, leggermente modificato, che muove pure (tra le tante del gruppo VW) la Golf GTI. Montato appena dietro c'è il motore elettrico, collegato a quello termico tramite una frizione: regala fino a 34 cavalli aggiuntivi, portando il totale a quota 245, con 480 Nm di coppia. Il pacco batterie agli ioni di litio è collocato invece nel bagagliaio insieme ad un doppio circuito di raffreddamento. Per gli amanti dei discorsi da bar, la velocità massima è di 235 km/h e l'accelerazione 0-100 avviene in 7,7 secondi.

CARICHI DIFFICILI La presenza delle batterie sotto al vano bagagli limita fortemente la praticità: aprendo il bagagliaio ci si trova davanti un pozzetto vicino ad un grosso cubo (ottimamente rifinito) con l'argentea placchetta Hybrid in bella evidenza. Rispetto ad una A8 normale (510 litrise ne perdono ben 175, per una capacità finale di 335 litri. Fortunatamente, in Audi hanno previsto un set dedicato di 5 valigie, per sfruttare fino all'ultimo centimetro utile.

TIPTRONIC INTELLIGENTE Liquidare il cambio come un semplice Tiptronic a 8 rapporti è riduttivo: al posto del convertitore di coppia c'è un motorino elettrico a disco, abbinato ad una frizione a lamelle in bagno d'olio che si occupa di collegare o scollegare, alla bisogna, il 2 litri TFSI con il propulsore elettrico. Se si vuole guidare sportivamente non manca il programma S, che configura i due motori per la massima potenza disponibile, spostando più in alto il punto di cambiata. In D, invece, fa tutto il sistema.

(EV)AI IN ELETTRICO Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, sono le ruote anteriori a tirare: a TFSI acceso e in fase di frenata s'immagazzina energia nelle batterie, da spendere (volendo) a emissioni zero, approssimativamente solo per 3 km. Scegliendo lamodalità EV, dove il cervellone di comando zittisce il 2 litri benzina e lascia fare all'elettrico, anche fino a velocità prossime ai 100 km/h.

SENSIBILE Tra la pletora di dispositivi per la sicurezza, assistenti a corsia, sorpasso, visore notturno e chi più ne ha più ne metta, vale la pena di citare l'Audi Pre Sense (di serie). Quando il controllo di stabilità rileva una perdita d'aderenza consistente, la centralina avvisa il guidatore con un suono, pretensiona le cinture e chiude i finestrini se aperti, attivando nel contempo il lampeggio d'emergenza. Volendo, a listino è disponibile anche un Pre Sense Rear, per prevenire esclusivamente i tamponamenti.

PREZZI&COTILLON Da noi, forse, l'Audi A8 Hybrid non farà sfracelli in termini di vendite: nei primi due mesi del 2012 la quota di mercato delle berline di lusso era ferma a quota 0,25% (dati UNRAE). Tuttavia, la A8 prova a sbaragliare la concorrenza con un prezzo di lancio quasi da ibri-utilitaria – per la categoria – fissato a quota 86.200 euroDa circa 10.000 fino a 27.000 euro in meno rispettoalle principali competitor: BMW serie 7 ActiveHybrid, Lexus GS 600h e Mercedes S400 Hybrid. Con una dotazione, fra l'altro, di tutto rispetto: il lancio commerciale è previsto per giugno, ciononostante possiamo già dirvi che la A8 Hybrid avrà di serie Bose Sound System, cerchi in lega da 19”, clima automatico trizona, MMI touch e sistema di navigazione Plus...


SALOTTO BUONO Ritagliarsi la giusta posizione di guida, a bordo dell'Audi A8 Hybrid, è davvero un gioco da ragazzi. Così come notare i materiali nobili, nella plancia come nella parte bassa dell'abitacolo. Dietro, soprattutto sulla versione L (+13 cm in lunghezza) si sta come dei pascià: a farvi compagnia possono esserci tavolini, specchi di cortesia, tendine parasole, schermi per l'intrattenimento, prese per le cuffie... Menzione particolare per l'Active Noise Cancellation che si propone di coprire il suono del motore termico tramite il principio dell'interferenza, con le casse dell'impianto stereo di bordo che emettono una particolare onda sonora. Risultato? Il banale rumore del TFSI è un filo mitigato ma mai coperto del tutto.

GUIDA SCIOLTA Cambio in D, si occupa di tutto il sistema. Davanti agli occhi, un contagiri piuttosto strambo, che indica quando si ricaricano le batterie (molto in frenata, poco in rilascio) e la percentuale di potenza utilizzata quando si torna sul gas. Al semaforo il TFSI ammutolisce in un batter d'occhio: alla successiva ripartenza è facile, premendo poco il gas, sfruttare solo il motore elettrico. Rispetto, per esempio, all'ibrido-diesel by Peugeot, si ha l'impressione di avere meno birra nelle batterie, che si esauriscono piuttosto in fretta. E necessitano di un tempo maggiore per la ricarica. Dallo schermo dell'MMI, poi, è possibile visualizzare il funzionamento del sistema.

GRAZIE FRIZIONE Il motivo sta tutto nel funzionamento della frizione del Multitronic: quando si rilascia il gas, non s'avverte quell'effetto freno (presente sull'ibrido HDi) un po' fastidioso sulle prime, che tuttavia ricarica molto più in fretta il pacco batterie. Ecco perché, nel trafficosembra di essere al volante di una A8 a propulsione tradizionale. Si può veleggiare, senza premere l'acceleratore, fino a velocità prossime ai 160 km/h. 

CARA AUTOSTRADA Lecito supporre, da un'automobile così, viaggi luculliani. E, in effetti, è proprio così: i decibel rimangono fuori dall'abitacolo e le sospensioni filtrano tutti i principali ostacoli autostradali. Il limite? Intorno ai 130 km/h e oltre è principalmente il 2 litri benzina a tirare, vanificando un po' tutto il lavoro di cesello svolto dal sistema ibrido per risparmiare carburante. Un problema, questo, comune a tutte le ibride parallele.

SPORTIVA O QUASI Parlare di divertimento al volante dell'Audi A8 Hybrid mi sembra un tantino eccessivo. Vero è che, selezionando la modalità Dynamic del Drive Select (di serie) le sospensioni pneumatiche migliorano la qualità di risposta e s'induriscono, rendendo la teutonica berlinona precisa e solerte nel rispondere ai comandi. Nonostante questo, e la birra garantita dai due motori – comunque inferiore a quella delle concorrenti dirette – non si può parlare di good vibrations. Brillante sì, sportiva non proprio.



TAGS: audi prova hybrid Tutte le prove auto del 2012

Anteprima
Audi TT Coupé S line competition

L'Audi TT Coupé S line competition tira fuori gli artigli

2 0
Anteprima
Audi A6 L e-tron concept
Audi A6 L e-tron concept

L'Audi A6 L e-tron concept è un prototipo di ammiraglia ibrida plug-in

18 0
Prossimamente
Audi A8 e A8L Hybrid
Audi A8 e A8L Hybrid

L'ammiraglia ibrida di Audi, a passo lungo o corto

13 0
Back To Top