Autore:
Marco Rocca

CONTRO LA NOIA La Peugeot 208 GTi by Peugeot Sport (il reparto sportivo della Casa del Loene) è una vecchia conoscenza. L'ho provata innumerevoli volte, sia in pista, sia su strada ma tutte le benedette volte riesce a tirar fuori il mio sorriso migliore. Erede della 208 GTi 30th in serie limitata, e di una nobile stirpe di piccole bombe dall'accento francese, con i suoi 208 cavalli, 300 Nm di coppia e il differenziale Torsen a slittamento limitato, la Peugeot 208 Gti by Peugeot Sport fa la voce gorssa nel settore delle compattine da sparo.

IL 4 CILINDRI DELLE MAGIE L'anima da ragazzina dispettosa della 208 GTi by Peugeot Sport (nome lunghissimo da scrivere tutte le volte, ma tant'è) passa per prima cosa dal suo motore. Il 4 cilindri benzina THP da 1.6 litri pur essendo turbo, ha una prontezza e un'elasticità da motore aspirato riprendendo con perfetta linearità e pienezza fin dal minimo, per poi allungare con bella dose di rabbia fino a oltre 6.500 giri indicati. 

TUTTO RIVISTO Il merito va alla turbina, ma anche alla linea di scarico specifica, alla centralina con mappature dedicate, e poi al volano e all’albero a camme d’aspirazione studiati ad hoc la versione by Peugeot Sport. Tante belle cosette che la differenziano dalla GTi liscia e che soprattutto hanno portanto a 300 Nm il valore di coppia massima. Mica male!

CHE RIPRESA! Quando si tira in ballo una sportivetta del genere, si sa, le prestazioni passano prima dai numeri. La GTi by Peugeot Sport copre lo 0 a 100 km/h in 6,5 secondi per 230 km/h di punta massima. Ma la cosa interessante è che in quinta marcia bastano solo 6 secondi per passare da 80 a 120 km/h, dato fondamentale nella guida di tutti i giorni. 

IL DIO TOR(SEN) l differenziale Torsen di serie fa la differenza, un po'come Simona Ventura struccata e non. Scherzi a parte, l’apporto dell’autobloccante e della barra antirollio sull’anteriore si sentono nelle accelerazioni in curva e permettono di mantenere le traiettorie belle strette. E questo non è un dettaglio da sottovalutare quando ci impegniamo in una bella strada collinare tallonati da qualche "giappo" a trazione posteriore che vuole darsi un tono.  

FIRMATI BREMBO A tal proposito, parlando di curve e tornanti, il set di dischi e pinze monoblocco Brembo fa il suo buon lavoro, non tanto a livello di potenza, che comunque c’è e si sente tutta, quanto per resistenza all’affaticamento. 

MOOOSECA!!! E poi naturalmente a guarnire il tutto, come una bella ciliegina rossa e luccicante su una torta di panna, c'è il sound, e che sound. Solo al minino la 208 GTi by Peugeot Sport vale tutti i soldi del biglietto. Un suono roco e profondo che riecheggerà negli appartamenti vicini con buona pace degli inquilini. Io, poi, che sono un grande amante della pernacchia in fase di rilascio, ho avuto di che godere. Terza, seconda e prrrrrrr pprrrrr. Libidine coi fiocchi direbbe Jerry Calà. 

BEVI QUALCOSA? La domanda a questo punto sorge spontanea. Quanto consuma la GTi by Peugeot Sport? In città il 4 cilindri turbo ha fatto segnare (con una guida non troppo parsimoniosa) circa 9 litri per 100 km. In autostrada a velocità codice la sete della 208 GTi by Peugeot Sport si accontenta di 6,5 litri per 100 km. Un buon risultato che potrebbe anche migliorare se non ci si fa prendere la mano dai sorpassi. 


TAGS: peugeot peugeot 208 gti by peugeot sport peugeot 208 speciale