Autore:
Luca Cereda e Paolo Sardi

Si dice che nessuno è profeta in patria ma, dati alla mano, l’Italia dimostra il contrario. Almeno per quanto riguarda le auto. Prendete il segmento delle piccole utilitarie, una fetta che vale circa il 18% del mercato. Qui, il dominio del duo Panda-Ypsilon è incontrastato, e non da ieri. Tuttavia, gli stranieri non mollano la presa.

Il mondo lillipuziano delle citycar è multietnico e variegato: il suo bello è anche questo. Nel tentativo di renderci la vita più facile in città, le piccole mettono in campo diverse doti. E se le misure ormai ballano tra i 3,60 e i 3,70 metri e i motori sono quasi d’obbligo dei mille a tre cilindri (almeno per le straniere), altre caratteristiche come l’abitabilità, la qualità degli arredi, le dotazioni tecnologiche e la guida su strada cambiano da citycar a citycar. Per questo ne abbiamo messe a confronto tre tra le ultime proposte: Opel Karl, Kia Picanto 2016 e Suzuki Celerio.

Volete un motore brillante? Oppure il cambio automatico? Volete spendere poco? Oppure vi serve spazio? Se siete in cerca di un’auto tascabile e senza fronzoli, spulciate per bene le schede di questo speciale: potreste trovare la citycar che fa per voi.


TAGS: kia picanto citycar suzuki celerio opel karl confronto citycar