Autore:
Paolo Sardi

STREGONERIA

Sono davvero mani sapienti quelle di Mike Cooper. Non pago di aver spremuto 200 CV tondi tondi dalla Mini Cooper S, l’incontentabile stregone inglese ha rimesso mano alla sua formula magica e ha sfornato una nuova pozione capace di esaltare ulteriormente la sportività della compatta anglo-tedesca. L’evoluzione del kit prevede modifiche al filtro dell’aria e sistema di aspirazione, nuovi iniettori e un aggiornamento del software della centralina.

ALI AI PIEDI

Tutto ciò permette alla Mini Cooper S JCW di arrivare al nuovo picco di potenza di 210 CV a 6950 giri e le regala prestazioni ancor più sportive. La nuova velocità massima è di 230 km/h (+4 km/h), mentre la pratica del passaggio 0-100 km/h viene ora sbrigata in 6,6 secondi (- 0,1 secondi). Nulla di stravolgente, a prima vista, ma accompagnato anche, a detta dei tecnici della John Cooper Works, da una più pronta risposta ai regimi intermedi e da un sound più gasante dello scarico.

CUORE D’ORO

Con un gesto apprezzabile, in Inghilterra la Casa ha deciso di non ritoccare il listino e di vendere il nuovo kit allo stesso prezzo di quello vecchio. Speriamo che accada lo stesso anche dalle nostre parti. Quel che invece è certo è che chi ha installato il kit da 200 CV potrà chiedere il suo aggiornamento con una spesa stimabile attorno ai 500 euro più un’oretta di manodopera. Il tutto senza che venga meno la garanzia della Casa.

RASOTERRA

Per consentire di sfruttare tutte le potenzialità della meccanica, alla John Cooper Works hanno studiato anche una serie di accessori acquistabili individualmente e destinati a migliorare il comportamento stradale. Tra questi figurano nuove molle più corte e più rigide che modificano radicalmente l’assetto, un impianto frenante con dischi maggiorati, oltre a una barra duomi e a cerchi in alluminio da 18 pollici.

CARBONIO A PIOGGIA

Per chi crede poi che anche l’occhio voglia la sua parte ci sono lo spoiler posteriore, i gusci per gli specchi retrovisori e la maniglia del portellone, tutti rigorosamente in carbonio. Nello stesso materiale si può ordinare anche il pannello che riveste la plancia, eventualmente abbinabile ai profilatissimi sedili marchiati JCW. Proprio il fascione ornamentale, l’impianto frenante e la barra duomi saranno disponibili solo da primavera mentre il kit e gli altri accessori sono destinati a entrare in listino subito dopo la chiusura del Salone di Parigi.

TAGS: anteprima: mini cooper s works